Nuovo sistema trova la diffusione del cancro alla prostata prima di quanto immagini convenzionali

Maggio 7, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori del Jonsson Comprehensive Cancer Center della UCLA hanno sviluppato un modo per immagine la diffusione di una forma particolarmente pericolosa di cancro alla prostata prima di quanto immagini convenzionali oggi in uso, che può consentire oncologi per trovare e curare queste metastasi più rapidamente e dare ai pazienti una migliore possibilità di sopravvivenza.

Il sistema di imaging basato sui geni target tumori della prostata che sono diventati resistenti alla terapia di deprivazione androgenica, una forma aggressiva della malattia nota come cancro alla prostata resistente castrazione. Una volta che il trattamento ormonale non funziona più, il tumore progredirà entro 12 a 18 mesi e la prognosi diventa triste, ha detto Lily Wu, professore di farmacologia molecolare e medica, un ricercatore Jonsson Cancer Center e autore senior dello studio.

"Ogni volta che è possibile rilevare il cancro in precedenza, le probabilità di un controllo più efficace della crescita del cancro e gli esiti per i pazienti sono migliori", ha detto Wu. "Purtroppo, c'è poco che si può fare per trattare il cancro alla prostata resistente castrazione una volta che si è diffuso. Nel nostro studio, ci siamo concentrati sulla ricerca di modi per immagine queste avanzate di cancro della prostata metastatico con precisione."




Lo studio è apparso 21 settembre nella prima edizione online di Cancer Research, una rivista peer-reviewed della American Association for Cancer Research.

Squadra di Wu è concentrato sull'uso "interruttori di comando" di geni che sono attivi solo nel carcinoma della prostata resistente la castrazione, e collegato questi switch molecolari ad un "giornalista" gene che può essere facilmente ripreso. La specifica passare il team ha utilizzato in questo studio è la sequenza prostatico specifico Enhancing (PSES), un promotore androgeno-indipendente nel carcinoma della prostata resistente castrazione che è più specifico di questa forma di tumore maligno.

Il PSES deriva dalla antigene specifico della prostata e l'antigene prostatico specifico di membrana (PMSA) e riceve un impulso dal sistema di amplificazione della trascrizione in due fasi, che guida l'espressione dei geni reporter di immagini, che emettono luce sotto bioluminescente o tomografia a emissione di positroni (PET). Il sistema funziona bene nell'ambiente androgeni impoverito e fortemente specifico per la prostata, due condizioni che sono più adatta per il cancro alla prostata resistente castrazione.

"Il sistema progettato mostre molto elevata attività trascrizionale, androgeno-indipendenza e forte specificità cancro alla prostata, verificata in colture cellulari e modelli pre-clinici di topo", ha detto Karen Ziyue Jiang, uno studente di dottorato in farmacologia anziano che è sostenuto da una Jonsson Cancer Center comunione. "Queste caratteristiche vantaggiose del sistema di suscitare capacità di espressione genica superiore per il cancro della prostata resistente castrazione rispetto agli altri sistemi, che sono guidati da promotori androgeno-dipendenti."

Sulla base delle caratteristiche favorevoli mostrate in esperimenti di coltura cellulare, il team di ricerca prevede che il sistema di imaging PSES-driven ad essere selettivi nel rilevare il cancro alla prostata resistente castrazione e il cancro che si è diffuso in organi distanti. Il team di ricerca è stato sorpreso di scoprire che il sistema di imaging PSES sviluppato è stato in grado di rilevare con precisione le metastasi ossee del cancro alla prostata che cresceva nella gamba di un mouse mentre due metodi di imaging tradizionali erano in grado di rilevare la metastasi.

I ricercatori hanno testato la capacità di prestazione del sistema di imaging bioluminescente PSES nei topi che avevano cellule tumorali della prostata impiantati nella loro ginocchio destro per stabilire metastasi ossee. Dopo aver lasciato sei settimane per il tumore a crescere, i PSES di imaging giornalista vettore è stato iniettato nei topi portatori di tumore impiantato per la ricerca di metastasi. Quattro giorni dopo l'iniezione, il segnale dal gene reporter può essere visto chiaramente, individuare correttamente la metastasi del cancro della prostata nel giusto tibia in nove su nove animali. L'uso concomitante di PET non erano in grado di distinguere tra il ginocchio destro tumore-cuscinetto e il ginocchio non coinvolto sinistro.

Il tasso di crescita tumorale in questo modello di metastasi ossea non è uniforme, che vanno da nessuna diffusione a grandi lesioni tumorali nella cavità del midollo osseo. Il sistema di imaging PSES correttamente identificato due su nove animali in cui il tumore non crescono. Questi risultati danno fiducia ai ricercatori che il sistema di imaging PSES funziona correttamente nel poter cercare metastasi ossee del cancro alla prostata in modo specifico e sensibile, ha detto Wu.

"Preso insieme, questo studio ha dimostrato che l'utilità promettente di un sistema potente androgeno-indipendente della prostata cancro-specifica espressione nel dirigere imaging molecolare basato sui geni nel cancro della prostata resistente castrazione, anche nel contesto di una terapia di deprivazione androgenica," lo studio Stati.

Il cancro alla prostata è il tumore più comune per i maschi in America e la sua diffusione ad altri organi è la principale causa di mortalità. Solo quest'anno, più di 217.000 uomini americani saranno con diagnosi di tumore maligno. Di questi, più di 32.000 moriranno dalla loro malattia.

Lo studio di tre anni è stato finanziato dal National Institutes of Health, la Jonsson Cancer Center Foundation e Specialist Program UCLA di ricerca di eccellenza in cancro alla prostata.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha