Nuovo strumento può aiutare a predire rischio di Alzheimer negli anziani

Maggio 1, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo strumento può aiutare prevedere se le persone di 65 anni di età e hanno un alto rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer. La ricerca sullo strumento è pubblicato nel 13 MAGGIO 2009, il rilascio on line del Neurology, la rivista medica della American Academy of Neurology.

"Questo nuovo indice di rischio potrebbe essere molto importante sia per la ricerca e per le persone a rischio di sviluppare la demenza e le loro famiglie", ha detto l'autore dello studio Deborah E. Barnes, PhD, MPH, della University of California, San Francisco, San Francisco Veterans Affairs Medical Center e membro della American Academy of Neurology. "Potrebbe essere usato per identificare le persone ad alto rischio di demenza per gli studi sui nuovi farmaci o metodi di prevenzione. Lo strumento potrebbe anche identificare le persone che non hanno segni di demenza, ma devono essere attentamente monitorati, permettendo loro di iniziare il trattamento il più presto possibile, e che possa contribuire a mantenere le proprie capacità e la qualità della vita più lunga pensiero e la memoria. "

L'indice di rischio è una scala di 15 punti. Le persone che avranno ottenuto otto o più punti della scala sono ad alto rischio di sviluppare demenza nei prossimi sei anni. Molti degli elementi della scala sono i fattori noti di rischio per la malattia di Alzheimer, quali l'età avanzata, bassi punteggi nei test di abilità di pensiero, e con un gene che è stato collegato alla malattia.




Altri fattori che predicono il rischio di demenza sono stati più sorprendente: persone che sono sottopeso, non bere alcolici, hanno avuto un intervento chirurgico di bypass coronarico, o sono lenti ad eseguire attività fisiche come abbottonarsi una camicia sono più probabilità di sviluppare demenza rispetto alle persone che non hanno questi i fattori di rischio.

Per sviluppare l'indice, i ricercatori del Cardiovascular Health Study hanno esaminato 3.375 persone con un'età media di 76 e nessuna evidenza di demenza e li hanno seguiti per sei anni. Durante questo periodo, 480 delle persone, o il 14 per cento, sviluppato demenza. I ricercatori hanno poi determinato i fattori che meglio ha predetto che avrebbe sviluppato la demenza e creato l'indice punto.

Un totale di 56 per cento di quelli con i punteggi più alti sull'indice sviluppato demenza, rispetto al 23 per cento di quelli con punteggi moderati e quattro per cento di quelli con punteggi bassi. Nel complesso, l'indice correttamente classificato 88 per cento dei partecipanti.

Barnes ha detto che l'indice di rischio dovrà essere convalidato con altri studi, e lei ei suoi colleghi stanno valutando se una, l'indice più semplificata breve potrebbe essere accurato come questo indice.

Lo studio è stato sostenuto dal National Institutes of Health, il National Heart, Lung, and Blood Institute, il National Institute on Aging, e l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha