Nuovo studio delle cause genetiche di obesità, sfida il pensiero tradizionale sul ruolo della Adrenaline

Aprile 26, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc


Gli scienziati hanno a lungo pensato che il sistema simpatico (o autonomo) nervoso determina come il corpo utilizza l'energia dal cibo, decidere se le calorie vengono bruciate fino a mantenere il corpo caldo, o immagazzinati sotto forma di grasso.

Tuttavia, nuovi studi pubblicati nella 1 maggio edizione di Nature sembrano contraddire il pensiero tradizionale sull'influenza del sistema nervoso simpatico in persone che non hanno mai aumentano di peso, non importa quanto si mangia, rispetto a quelli che apparentemente ha messo su chili se un pezzo di cheesecake è solo passò sotto il loro naso.




Per verificare se le carenze del sistema nervoso simpatico può essere una causa di obesità, ricercatori dell'Università di Washington Dr. Steven A. Thomas e Dr. Richard D. Palmiter prodotti topi che non possono fare adrenalina (l'ormone della ghiandola surrenale) o noradrenalina ( il messaggero chimica del sistema nervoso simpatico). Questi due composti vengono rilasciati in risposta allo stress e regolano molte funzioni del corpo, tra cui la possibilità di tenere in caldo.

I topi che non può fare adrenalina e noradrenalina sono in grado di aumentare la produzione di calore, e non possono difendersi contro la perdita di calore; di conseguenza, perdono calore rapidamente al freddo.

"Questo è stato previsto", ha detto Palmiter, UW professore di biochimica e un investigatore del Howard Hughes Medical Institute. "Tuttavia, molti scienziati credevano che a temperature normali questi topi sarebbero diventati obesi perché non volevano bruciare le calorie in eccesso, ma invece li avrebbero depositare come grasso."

"Invece, abbiamo scoperto che a temperature normali questi topi non diventano obesi, nonostante il fatto che mangiano più del normale", ha detto Thomas, senior fellow in biochimica e primo autore dello studio UW. "La nostra ricerca suggerisce che l'obesità non è in grado di coinvolgere i difetti del sistema nervoso simpatico o nella produzione di adrenalina."

Noradrenalina normalmente produce calore per stimolare la produzione di proteina chiamata proteina di disaccoppiamento (UCP) in cellule speciali grasso bruno. In topi che mancava di noradrenalina, questa produzione non ha avuto luogo.

Un secondo studio nello stesso numero di Nature, corrobora le conclusioni UW. Gli scienziati del Jackson Laboratory di Bar Harbor, nel Maine, prodotti topi che non può fare UCP. Come i topi UW, questi topi non diventano obesi e anche loro, sono più sensibili al freddo.

Un precedente studio dal Dott. David E. Cummings e G. Stanley McKnight della Scuola UW del Dipartimento di Medicina di Farmacologia (pubblicato su Nature lo scorso anno) hanno indicato che l'attivazione cronica del percorso che porta alla produzione di UCP ha provocato nei topi magri. Quindi, c'era un ampio motivo di pensare che il contrario potrebbe essere vero se i topi non potevano aumentare la produzione di calore dopo aver mangiato un pasto.

"Entrambi gli studi in corso, fatto in modo indipendente e senza la conoscenza di ogni altri, ha prodotto risultati coerenti e inaspettati che ci stanno portando a guardare in nuove direzioni per le cause genetiche di obesità negli esseri umani", ha detto Thomas.

La ricerca è stata finanziata UW da sovvenzioni dal Howard Hughes Medical Institute e il National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha