Nuovo studio delle radici molecolari di infezioni della vescica ricorrenti potrebbe portare ad un vaccino

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Il nostro studio dimostra per la prima volta che la vescica non è in grado di montare una risposta immunitaria efficace ai batteri, che potrebbe spiegare l'alta frequenza di infezioni ricorrenti," dice l'autore senior studio Soman Abramo della Duke University Medical Center. "Queste osservazioni ci danno una nuova comprensione di come le risposte immunitarie sono regolate nella vescica e può avere implicazioni per il trattamento delle infezioni ricorrenti."

Infezioni del tratto urinario sono causate da Escherichia coli (E. coli), e la vescica in particolare, è soggetta a infezioni ricorrenti, ma non è noto perché. Alcuni organi, quali l'intestino, che immagazzinano prodotti di scarto sono considerati "siti immune privilegiati", che necessitano di tollerare la presenza di microbi. Come risultato, il sistema immunitario non attiva così facilmente. Allo stesso modo, la vescica potrebbe richiedere risposte immunitarie sottomessi a tollerare il suo contenuto (ad esempio, le proteine ​​nelle urine), prevenire l'autoimmunità, e ridurre al minimo i danni ai tessuti. Se la vescica fosse un sito immunitario privilegiata, potrebbe spiegare perché è incline a infezioni ricorrenti. Ma fino ad ora, la vescica non è stato considerato un luogo immune-privilegiata, quindi non è stato chiaro come questa saldi organi ospitano difesa con tolleranza microbo.




Nel nuovo studio, Abramo e il suo team hanno scoperto che E. coli persiste nelle vesciche di topi per settimane dopo l'infezione iniziale. Questi topi non hanno prodotto anticorpi contro E. coli in risposta all'infezione iniziale o infezioni ricorrenti, suggerendo che la memoria immunitaria è stata compromessa. La persistenza di batteri e risposte immunitarie soppresse nella vescica sono stati mediata dalla produzione della molecola interleuchina-10 da mastociti, che in precedenza erano noti per il loro ruolo nel montaggio risposte immunitarie contro batteri durante le prime fasi di infezione della vescica. I risultati rivelano che i mastociti svolgono un ruolo chiave nel complesso e bilanciamento difesa dell'ospite e tolleranza nella vescica e nel mantenere tale organo come un sito di immuno-privilegiati.

"Lo studio suggerisce che provocare una forte risposta immunitaria nella vescica attraverso la vaccinazione può essere una strategia possibile per prevenire le infezioni ricorrenti", dice Abramo. "Inoltre, i risultati potrebbero influenzare la nostra comprensione delle condizioni aggiuntive che coinvolgono la vescica, come il cancro della vescica."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha