Nuovo test delle urine rileva comune causa di trapianto di rene Failure

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo e semplice test delle urine può rilevare poliomavirus nefropatia, relativamente nuovo e grave complicanza che colpisce fino al 9% dei pazienti sottoposti a trapianto di rene, secondo un nuovo studio. L'anticipo potrebbe portare ad una migliore diagnosi e il trattamento di pazienti con questa condizione.

Mentre poliomavirus sono normalmente verificano virus che infettano innocuo molti adulti, possono presentare gravi problemi di salute per le persone che diventano immunocompromessi. Tale è il caso di molti pazienti sottoposti a trapianto di rene che devono prendere farmaci immunosoppressori per tutelarsi contro il rigetto d'organo. Alcuni di questi pazienti sviluppano una condizione dannosa chiamata nefropatia poliomavirus che può portare ad insufficienza renale cronica e la necessità di ri-iniziare la dialisi o sottoposti a un trapianto.

Perché non ci sono terapie efficaci per il trattamento di poliomavirus nefropatia, è importante diagnosticare la condizione il prima possibile, prima che diventi grave. La terapia consiste normalmente di abbassare la dose di farmaci immunosoppressori e auspicando la clearance virale naturale.




Purtroppo, non vi è attualmente alcun modo definitivo per diagnosticare con precisione poliomavirus nefropatia. I medici si affidano per lo più su biopsie renali invasivi e costosi, che a volte danno risultati falsi negativi. Ma ora Volker Nickeleit, MD, della University of North Carolina a Chapel Hill, North Carolina ei suoi colleghi hanno scoperto un modo nuovo e non invasivo per verificare la condizione. Il test "Haufen", un termine tedesco che significa pila o pile-nelle urine. Haufen sono strettamente raggruppati aggregati virali che si formano nei reni nei pazienti con nefropatia poliomavirus e vengono escreti nelle urine. Test per Haufen è veloce (tre ore), economico (meno di $ 400), e facile da eseguire con attrezzature di laboratorio in corso.

Attraverso la loro indagine, i ricercatori hanno trovato Haufen in campioni di urina provenienti da tutti i 21 pazienti con stadi precoci o tardive di poliomavirus nefropatia, ma non in una qualsiasi delle 139 individui senza la condizione.

Secondo il dottor Nickeleit, il nuovo test potrebbe aiutare i medici a identificare e monitorare i pazienti con nefropatia poliomavirus e potrebbe guidarli come progettare nuove strategie terapeutiche. "Una diagnosi precoce ed accurata di poliomavirus nefropatia si tradurrà in una migliore comprensione della malattia e, infine, migliorare il trattamento", ha detto. "Il nostro test diagnostico è unico e potrebbe avere un impatto clinico enorme", ha aggiunto.

Mentre i loro risultati sembrano promettenti, gli autori sottolineano che sono necessari studi prove--in particolare ulteriori ampi clinici prospettici per verificare il potenziale della prova prima che possa essere disponibile per l'uso diffuso in pazienti con sospetta nefropatia poliomavirus.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha