Nuovo tipo di farmaco Shrinks primario cancro al seno tumori significativamente in sole 6 settimane, studio mostra

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un farmaco che gli obiettivi i recettori di superficie delle cellule che svolgono un ruolo importante in molti tipi di cancro possono portare a notevole regressione del tumore nel cancro al seno dopo solo sei settimane di utilizzo, uno scienziato ha detto al 6 ° European Breast Cancer Conference (EBCC-6) 17 aprile Dott. Angel Rodriguez, dal Centro Breast Lester e Sue Smith, Baylor College of Medicine, di Houston, Stati Uniti d'America, ha detto che il lavoro ha dimostrato per la prima volta che l'inibitore della tirosina chinasi lapatinib potrebbe diminuire le cellule staminali del cancro al seno che causano tumori in tumori al seno primari di donne in trattamento neoadiuvante (trattamento dato prima della chirurgia primaria per la malattia).

Dr. Rodriguez e colleghi hanno studiato 45 pazienti con tumore della mammella localmente avanzato in cui il gene HER-2 è stato espresso over-. I pazienti hanno ricevuto lapatinib per sei settimane, seguita da una combinazione di trastuzumab settimanale e docetaxel trisettimanale, proposta per 12 settimane, prima della chirurgia primaria. Le biopsie sono stati eseguiti al momento della diagnosi e anche dopo sei settimane di lapatinib e cellule dei tumori sono stati ottenuti e analizzati.

"Abbiamo visto significativa regressione del tumore dopo sei settimane di lapatinib singolo agente," ha detto il dottor Rodriguez. . "Le misurazioni del tumore bidimensionali hanno mostrato una diminuzione media di meno 60,8% Avevamo già dimostrato che le cellule staminali del cancro al seno che causano tumori sono resistenti alla tradizionale chemioterapia preoperatoria, anzi, i tumori residui che sono stati esposti a tale chemioterapia hanno mostrato un aumento al tumore causando cellule e una maggiore apertura del tumore dalla formazione di mammospheres, piccoli tumori che si formano quando le cellule tumorali che causano sono coltivate in provetta, che rispecchiano la capacità delle cellule di auto-rinnovarsi. Così siamo rimasti entusiasti di vedere che i risultati con lapatinib erano diverse. "




Risultati del Dr. Rodriguez suggeriscono che specifici inibitori di segnalazione delle vie responsabili cellule staminali di auto-rinnovamento potrebbero fornire una possibile terapia per eliminare cellule tumorali causando per raggiungere l'eradicazione a lungo termine di cancro.

Le cellule staminali del cancro aiutano a mantenere il tessuto maligno nel tumore rigenerando il tumore dopo attacco da farmaci chemioterapici. "Ciò indica che le stesse cellule staminali dovrebbe essere l'obiettivo specifico di farmaci chemioterapici," ha detto il dottor: Rodriguez. "Piuttosto che l'approccio spazzola larga, in cui le cellule vengono uccisi indiscriminatamente, mira le cellule staminali possono essere più efficaci e anche prevenire alcuni degli effetti collaterali spiacevoli associati al trattamento chemioterapico convenzionale."

Gli scienziati ritengono che le cellule staminali del cancro sono in essere attraverso danni al proprio DNA, che colpisce la regolamentazione della loro auto-rinnovamento. Altre cellule si dividono in due cellule "figlie", ma una cellula staminale può dividere in una nuova cellula staminale e una cellula 'progenitore'. La cellula progenitrice perde il potere di auto-rinnovamento, ma può ancora cambiare nel tipo cellulare del tessuto servita dalla cellule staminali. La popolazione di cellule staminali poi continua a rinnovarsi quanto genera nuove cellule per il tessuto. "Questo significa che, a differenza di altre cellule, cellule staminali ha perso il controllo sulla propria dimensione della popolazione", ha detto il dottor Rodriguez.

Lapatinib ha pochi effetti collaterali, e quelle che esistono sono minime, tra cui la diarrea e l'acne. Ma è costoso. "Negli Stati Uniti il ​​costo è tra $ 2000 e $ 3000 al mese," ha detto.

"Si tratta di una scoperta entusiasmante, e ci sarà a partire ulteriori studi sulle cellule staminali al fine di confermare. Ci sarà anche prendere in considerazione la sua applicabilità a testare nuovi agenti di targeting cellule tumorali di apertura. Questa scoperta dovrebbe valere anche per altri tipi di tumori e la ricerca delle cellule staminali tumorali avvio in altri tipi di tumore è in corso ", ha detto il dottor Rodriguez.

"Studi internazionali sono attualmente in corso guardando l'effetto di lapatinib in polmone, colon, testa e collo, gastrica, esofagea e cancro alla vescica e linfoma, fra gli altri," ha detto.

Lapatinib non è stato ancora autorizzato per l'uso in Europa, anche se è stato approvato in Svizzera e ha ricevuto un parere positivo per quanto riguarda l'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata dall'Agenzia europea per i medicinali nel mese di dicembre. Tale autorizzazione condizionale si riferisce al suo uso in pazienti con carcinoma mammario avanzato o metastatico con HER-2-espressione nei tumori.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha