Nuovo trattamento per le malattie batteriche pericolo di vita individuate

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori dell'Università di Liverpool hanno dimostrato un nuovo trattamento contro le infezioni batteriche resistenti agli antibiotici.

Pubblicato su Nature Biotechnology, lo studio ha dimostrato che lipidi appositamente progettato (grassi) enti, chiamati liposomi, possono essere usati per impedire le tossine batteriche da uccidere le cellule umane.

Questo potrebbe evitare morti inutili per malattie come la polmonite e sepsi. Il trattamento è una valida alternativa ai farmaci attuali, in particolare per le infezioni che sono diventati resistenti agli antibiotici.




Le tossine batteriche, prodotte da importanti agenti patogeni umani, quali Streptococcus pneumoniae, lo Streptococcus pyogenes e meticillino resistente Staphlycoccus aureus (MRSA) sono stati neutralizzati in quanto legati ai liposomi, invece di cellule umane.

I liposomi sono già concessi in licenza per uso medico come vettori per la consegna della droga e sono atossici per l'uomo. Il gruppo di ricerca ha mostrato che possono anche essere utilizzati terapeuticamente, da soli o in combinazione con antibiotici per combattere le infezioni batteriche e per ridurre al minimo i danni ai tessuti tossina indotta e infiammazione.

Onere globale

Professor Aras Kadioglu, dell'Istituto dell'Università di infezione e la salute globale, spiega: "Il carico globale di malattia batterica è molto alta e impostare in un contesto di crescente resistenza agli antimicrobici Vi è un urgente bisogno di alternative agli antibiotici che sono efficaci e meno. consentono di produrre resistenza ai farmaci.

"Tossine batteriche sono i mediatori principali di morbilità e mortalità per molti agenti patogeni e abbiamo messo a punto un nuovo trattamento per neutralizzarle in particolare."

"I nostri dati fornisce una forte necessità di perseguire, la terapia-tossina il sequestro a base di liposomi per l'uso come trattamento clinico per le infezioni batteriche potenzialmente letali."

Dr Daniel Neill, anche dall'Università, aggiunto: "Questo trattamento può essere utilizzato per i batteri resistenti agli antibiotici, nonché per il trattamento di batteri antibiotico-sensibili, per evitare il rilascio di tossine che porta al deterioramento della condizione clinica del paziente . "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha