Obesità e sovrappeso collegato a Higher cancro alla prostata mortalità

Maggio 30, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli uomini che sono in sovrappeso o obesi al momento della diagnosi di carcinoma della prostata sono a maggior rischio di morte dopo il trattamento, secondo un nuovo studio in Cancro. Lo studio, dal Dr. Jason Efstathiou dal Massachusetts General Hospital di Boston e colleghi, ha scoperto che un indice maggiore di massa corporea (BMI), al momento della diagnosi di cancro è stato un fattore di rischio indipendente per la morte per cancro della prostata. Uomini sovrappeso e obesi (gli uomini con BMI ЎЭ25 kg/m2), al momento della diagnosi erano quasi il doppio di probabilità di morire di cancro prostatico localmente avanzato come i pazienti che avevano un BMI normale al momento della diagnosi.

Nel 2007, più di 218.000 uomini americani dovrebbero essere diagnosticati con cancro alla prostata e oltre 27.000 moriranno dalla malattia. Mentre l'obesità è stata identificata come un fattore di rischio per il cancro della prostata clinicamente più aggressivo, l'impatto dell'obesità sulla sopravvivenza dopo il trattamento è meno comprensibile. Questi trattamenti possono includere la completa rimozione chirurgica della prostata, radioterapia esterna, e la terapia ormonale.

Dr. Efstathiou e co-ricercatori riportati su 788 pazienti con carcinoma prostatico localmente avanzato seguite per oltre 8 anni per esaminare qualsiasi relazione indipendente tra BMI e mortalità specifica per tumore della prostata. Lo studio è il primo ad utilizzare i dati di un ampio studio prospettico randomizzato con trattamento a lungo termine di follow-up per indagare questo rapporto.




Gli autori hanno scoperto che essere in sovrappeso o obesi al momento della diagnosi era un fattore di rischio indipendente unica di morte per cancro alla prostata. Rispetto agli uomini con BMI normale (BMI <25), gli uomini con BMI tra 25 e 30 sono stati più di 1,5 volte più probabilità di morire di loro cancro. Allo stesso modo, gli uomini con BMI ЎЭ30 erano 1,6 volte più probabilità di morire di malattia rispetto agli uomini con valori normali BMI. Dopo cinque anni, il tasso di mortalità per cancro alla prostata per gli uomini con un BMI normale era inferiore al sette per cento rispetto a circa il 13 per cento per gli uomini con BMI ЎЭ25.

Dr. Efstathiou e il suo co-autori concludono che i loro studi di popolazione di supporto dati che segnalano le associazioni simili tra obesità e mortalità correlata alla malattia. "Sono necessari ulteriori studi per valutare i meccanismi di questo aumento della mortalità specifica per cancro tra gli uomini in sovrappeso e obesi e per valutare l'impatto del BMI sulla sopravvivenza dopo altre strategie di gestione e nella malattia clinicamente localizzato. Se la perdita di peso dopo la diagnosi di cancro alla prostata altera il decorso della malattia resta da definire ", concludono gli autori.

Journal articolo: "L'obesità e mortalità negli uomini con cancro avanzato alla prostata: Analisi di RTOG 85-31," Jason A. Efstathiou, Kyounghwa Bae, William U. Shipley, Gerald E. Hanks, Miljenko V. Pilepich, Howard M. Sandler , Matthew R. Smith, Cancro; Pubblicato online: 12 Novembre 2007 (DOI: 10.1002/23093 CNCR.); Print Data di Emissione: 15 dicembre 2007.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha