Obesità legati ad iperparatiroidismo nella malattia renale cronica

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 13
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per i pazienti con malattia renale cronica (CKD), il rischio di elevati livelli di ormone paratiroideo (PTH), o iperparatiroidismo, una complicazione notevole che aumenta il rischio di problemi cardiovascolari e di morte aumenta insieme con il peso corporeo, segnala uno studio nel numero di settembre Clinical Journal of American Society of Nephrology.

"Sapevamo che in persone con normale funzione renale obesità conduce a insufficienza di vitamina D metabolismo e livelli di PTH elevati, ma questo fenomeno non è mai stato studiato in pazienti con insufficienza renale cronica," commenta l'autore principale dott Csaba P. Kovesdy, di Salem VA Medical Center, in Salem, Va. "Dal momento che sia l'obesità e iperparatiroidismo sono problemi molto complessi in CKD, che istituisce un'associazione tra i due è importante a causa di potenziali implicazioni prognostiche e terapeutiche."

Lo studio è basato su un database di 496 americani veterani da moderata a grave insufficienza renale cronica che non erano ancora in dialisi. La banca dati ha permesso ai ricercatori di testare l'associazione tra peso corporeo e livelli di PTH, tenendo conto di una serie di possibili fattori confondenti.




I risultati hanno mostrato una significativa associazione tra obesità e livelli di iperparatiroidismo, come indice di massa corporea è aumentato, così ha fatto PTH. Il rapporto tra l'aumento PTH e peso corporeo è stato influenzato da età, razza, diabete, o di altri fattori.

Un'ulteriore analisi è stata eseguita per determinare se l'associazione era presente in tutti i pazienti con CKD o solo alcuni sottogruppi. "È interessante notare, abbiamo scoperto che l'obesità è stato associato solo con i livelli di PTH elevati nei pazienti che mostravano anche segni di malnutrizione e di infiammazione," dice il Dott Kovesdy. "Questa scoperta può essere unica per i pazienti con insufficienza renale cronica. Oltre a fornire una possibile spiegazione del motivo per cui i livelli di PTH sono più alti nei pazienti obesi, può anche essere importante per ragioni prognostici, dato che la malnutrizione e l'infiammazione sono tra i principali responsabili delle complicanze scarsi risultati in CKD . "

L'ormone paratiroideo svolge un ruolo importante nel mantenimento della normale struttura ossea. Quando iperparatiroidismo si sviluppa, può portare non solo ad anomalie delle ossa, ma anche ad un aumento dei tassi di malattie cardiovascolari e di morte. Anche se ridotta funzionalità renale è il motivo principale per iperparatiroidismo in CKD, altri fattori possono influenzare i livelli di PTH. Dr. Kovesdy spiega, "Le nostre pratiche terapeutiche in corso volte a correggere elevazioni in PTH concentrano principalmente su anomalie create dalla funzione renale ridotta, e non fanno fattore in questi altri meccanismi."

Lo studio è il primo a dimostrare che un indice di massa corporea superiore è associata a più alti livelli di ormone paratiroideo in CKD. I risultati sollevano la possibilità che la perdita di peso potrebbe aiutare ad abbassare i livelli di PTH nei pazienti con CKD-o, al contrario, che altri trattamenti per l'iperparatiroidismo potrebbe portare alla perdita di peso.

"Ci auguriamo che i risultati si innescheranno ulteriori studi per spiegare meglio le ragioni alla base dei nostri risultati, e per stabilire se l'associazione tra obesità e iperparatiroidismo ha implicazioni per il trattamento o esiti di CKD," il Dott Kovesdy conclude.

Lo studio intitolato "L'obesità è associata con iperparatiroidismo secondario in uomini con malattia renale cronica moderata e grave" sarà disponibile online all'indirizzo http://www.asn-online.org sotto Media, 2007, a partire dal Mercoledì 8 agosto alle 8 : 00 PM e in stampa nel numero di settembre del Clinical Journal of American Society of Nephrology (CJASN).

La ASN è un non-for-profit di 10.000 medici e scienziati dedicato allo studio di nefrologia e impegnata a fornire un forum per la promulgazione di informazioni per quanto riguarda le più recenti ricerche e scoperte cliniche sulle malattie renali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha