Of Mice and Peanuts: un nuovo modello di mouse per Peanut Allergy

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori di Chicago segnalano lo sviluppo di un nuovo modello di topo per allergia alimentare che imita i sintomi generati nel corso di una reazione allergica alle arachidi umana. Il modello animale fornisce un nuovo strumento di ricerca che sarà prezioso per promuovere la comprensione delle cause di arachidi e altre allergie alimentari e nella ricerca di nuovi modi per trattare e prevenire la loro presenza, secondo gli esperti dell'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive ( NIAID), la componente del National Institutes of Health (NIH), che ha finanziato la ricerca.

Allergia arachidi è di grande interesse la salute pubblica perché questa allergia alimentare è quello più spesso associato con pericolo di vita reazioni allergiche, causando fino a 100 morti negli Stati Uniti ogni anno.

I risultati del gruppo di ricerca, guidato da Paul Bryce, Ph.D., della Feinberg School of Medicine della Northwestern University, appaiono nel numero di gennaio del Journal of Allergy e Immunologia Clinica. Lo sviluppo di nuovi modelli animali per l'allergia alimentare è stato identificato come una necessità critica da parte del gruppo di esperti NIH 2006 sulla Food Allergy Research.




"Le allergie alimentari influenzano la salute e la qualità della vita di molti americani, in particolare i bambini," dice il direttore NIAID Anthony S. Fauci, MD "Trovare un modello animale che riproduce una reazione allergica grave umana alle arachidi ci aiuterà a capire meglio l'allergia arachidi e sviluppare nuove e migliori strategie di trattamento e prevenzione. "

Le reazioni allergiche al cibo possono variare da lievi a alveari vomito a difficoltà di respirazione per anafilassi, la reazione più grave. Anafilassi può derivare da una reazione allergica al corpo intero al rilascio di istamina chimica, causando muscoli a contrarsi, vasi sanguigni di dilatarsi e fluido perdite dal flusso sanguigno nei tessuti. Questi effetti possono provocare restringimento delle vie aeree superiori o inferiori, bassa pressione sanguigna, shock o una combinazione di questi sintomi, e può anche portare ad una perdita di conoscenza e anche la morte.

L'ostacolo più importante per lo sviluppo di un modello animale di allergia alimentare è che gli animali non sono normalmente allergico al cibo. Gli scienziati devono aggiungere un forte stimolante immune agli alimenti per suscitare una reazione in animali che assomiglia allergia alimentare negli esseri umani. A causa di questo requisito, modelli animali utili sono stati sviluppati solo negli ultimi anni, e tali modelli animali hanno finora utilizzato tossina del colera come immunostimolante.

Squadra del Dr. Bryce ha preso il nuovo approccio di nutrire topi una miscela di estratto di tutto arachidi (WPE) e una tossina del batterio Staphylococcus aureus, chiamato stafilococco enterotossina B (SEB) per simulare la reazione anafilattica umana alle arachidi nei topi.

"Colonizzazione persistente S. aureus si trova comunemente sulla pelle delle persone con eczema e nelle cavità nasali di persone con sinusite," dice il Dott Bryce. "La storia tra aureus e allergiche malattie S. ci ha portato ad utilizzare le tossine stafilococciche per stimolare allergia alimentare negli animali."

Secondo il Dr. Bryce, i risultati utilizzando la miscela SEB/WPE erano considerevolmente migliori di quelli visti con modelli animali precedenti, che non sono riusciti a imitare molte caratteristiche di allergia alimentare. Essi hanno dimostrato che la miscela SEB/WPE stimolato sintomi gravi nei topi che ricordano da vicino quelle che si trovano in anafilassi umana, tra cui gonfiore intorno agli occhi e la bocca, movimenti ridotti e notevoli problemi di respirazione. Inoltre, dato topi miscela SEB/WPE avevano livelli ematici di istamina, che indica una reazione allergica grave.

I ricercatori hanno anche osservato che il sangue e nei tessuti di topi del gruppo SEB/WPE avevano numeri più alti del normale di eosinofili, che sono globuli bianchi spesso associati con l'infiammazione allergia correlati. Saranno necessari ulteriori studi per determinare se eosinofili svolgono un ruolo importante in allergia alimentare umana.

Questi risultati, dicono Dr. Bryce, suggeriscono che questo modello animale di allergia alimentare sarà utile per molti tipi di studi di ricerca futuri.

Circa il 4 per cento degli americani hanno allergie alimentari. Per ragioni che non sono ben compresi, la prevalenza nei bambini è aumentato del 18 per cento tra il 1997 e il 2007. Le cause più comuni di allergie alimentari sono il latte, le uova, i crostacei, arachidi, noci, grano e soia.

Ogni anno ci sono tra 15.000 e 30.000 episodi di anafilassi cibo-indotta, che sono associati con 100 a 200 morti negli Stati Uniti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha