On-site team di cardiologia migliora notevolmente la cura per i pazienti colpiti da attacco cardiaco

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La disponibilità di una casa in, around-the-clock squadra cardiologia interventistica riduce drasticamente il tempo necessario per ripristinare il flusso di sangue ai pazienti di attacco di cuore, secondo i dati presentati questa settimana. Questi risultati sono stati riportati dai ricercatori Loyola University Health System (LUHS) presso l'American College of Cardiology riunione annuale a New Orleans.

Nell'aprile 2009, Loyola è diventato il primo ospedale in Illinois per lanciare un attacco Rapid Response Team di cuore (HARRT). Questo gruppo include un cardiologo interventista, un infermiere e gli altri membri del team di cateterizzazione cardiaca che sono disponibili presso l'ospedale 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana. La maggior parte degli ospedali non hanno tali squadre sul sito durante notte e nei weekend.

"Tempo prezioso si perde quando infermieri, medici e tecnici devono essere chiamati da casa", ha detto cardiologo interventista John Lopez, MD, ricercatore studio e HARRT co-regista, LUHS. "Il nostro personale è a portata di mano e preparato tutto il tempo per incontrare i pazienti quando arrivano e richiedono attenzione immediata."




Una task force della American College of Cardiology e American Heart Association raccomanda che i pazienti sottoposti a infarto ricevono interventi di angioplastica a palloncino il più presto possibile o entro 90 minuti di arrivare in ospedale - conosciuto come il tempo "door-to-balloon".

Questi dati hanno rivelato Loyola ha superato di gran lunga questo standard in quanto il programma HARRT lanciato, con un tempo mediano porta a palloncino di soli 47 minuti. Tutti i pazienti hanno ricevuto interventi di angioplastica entro 90 minuti e 82 per cento di loro ha ricevuto entro 60 minuti. Questi risultati notevolmente superiori alle norme e dei risultati nazionali dei migliori ospedali del paese.

Durante un attacco cardiaco, un blocco in un'arteria interrompe il flusso di sangue. Muscolo del cuore comincia a morire a causa della mancanza di sangue e ossigeno. Ma un palloncino per angioplastica, se fatto in tempo, può fermare un attacco di cuore, ripristinando il flusso di sangue.

"Avere una squadra in loco 24/7 è il modo migliore per migliorare i tempi di angioplastica d'emergenza", ha detto Michelle Fennessy, APN, studio investigatore, LUHS. "Per il trattamento di pazienti in fretta, si salva più vite e migliorare la loro prognosi."

Altri ricercatori dello studio di Loyola inclusi Wojciech Nowak DO, PhD, Fred Leya, MD, Robert S. Dieter, MD, Bruce Lewis, MD, Lowell Steen, MD, Mark E. Cichon, DO, Beatrice Probst, MD, Michael Ryan, MD , Jayson Liu, MD, Catherine Smith, RN, MBA, Michael Jarotkiewicz, MBA, David Wilber, MD, e Brian Nguyen, MD.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha