Oncologi hanno l'opportunità di ridurre i costi senza rischi per i pazienti, dicono gli esperti

Giugno 2, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In una recensione articolo pubblicato 14 febbraio in The Lancet Oncology, gli esperti della Johns Hopkins individuano tre principali fonti di costi elevati di cancro e sostengono che i medici tumorali possono probabilmente ridurli senza danno per i pazienti. Le proposte di riduzione dei costi richiedono cambiamenti nella pratica clinica di routine coinvolti nella cura di fine vita, l'imaging medico e prezzi dei farmaci.

"Abbiamo bisogno di trovare il modo migliore per gestire i costi in modo efficace, pur mantenendo la stessa, se non migliore, la qualità della vita tra i nostri pazienti", spiega Thomas Smith, MD, The Harry J. Duffey Famiglia Professore di Medicina Palliativa e professore di oncologia presso Johns Hopkins.

Smith e co-autore Ronan Kelly, MD, dicono che un numero crescente di nuovi casi di cancro tra la popolazione stanno gonfiando i costi totali di cancro, prevede un aumento di quasi il 40 per cento nel 2020, e che il cambiamento dei modelli di pratica dovrebbe essere una priorità tra gli oncologi a ottenere costi accessibili.




"società professionali Oncologia, come l'American Society of Clinical Oncology, stanno cominciando a guidare oncologi sulle opportunità di risparmio di costi, ma il cambiamento nella pratica clinica di routine sta accadendo lentamente", dice Kelly, un assistente professore di oncologia presso la Johns Hopkins Kimmel Cancer Center.

Nell'articolo, Smith e Kelly dicono le maggiori opportunità per le soluzioni di riduzione dei costi di sicurezza ed etici riposo nella cura dei pazienti con tumore metastatico, non a nuovi trattamenti chirurgici o radiazioni, sperimentazioni cliniche, cure sanitarie o di cura pediatrica.

Ad esempio, gli autori suggeriscono che il miglioramento delle cure di fine vita, con un migliore processo decisionale e di pianificazione potrebbe trarre grandi risparmi sui costi riducendo ricoveri nell'ultimo mese di vita. Essi rilevano che il 25 per cento del totale dei costi di Medicare sono spesi nell'ultimo anno di vita; Il 40 per cento dei quali viene speso nell'ultimo mese di vita.

"La maggior parte delle persone preferisce trascorrere i loro ultimi giorni di vita a casa con la famiglia e gli amici, piuttosto che in un ospedale, ma vediamo ancora elevati tassi di utilizzazione dell'ospedale nell'ultimo mese di vita", dice Smith. Dati Medicare mostrano che il 60 per cento dei pazienti affetti da cancro cattiva prognosi è ricoverato in un ospedale nell'ultimo mese di vita, e il 30 per cento muore lì.

La squadra Hopkins dice studi dimostrano che hospice migliora i sintomi, aiuta gli operatori sanitari e costa meno, con la sopravvivenza uguale o migliore per i pazienti, ma solo la metà dei pazienti affetti da cancro usa hospice nel loro ultimo mese di vita.

Si raccomanda che i pazienti con prognosi peggiore sono migliori e precedenti discussioni con i loro oncologi sull'uso chemioterapia alla fine della vita, così come le transizioni di ospizio. AIDS decisione coprono questi argomenti sono stati sviluppati da Smith e colleghi e sono omologati dalla American Society of Clinical Oncology.

Immagini non necessarie e costose pone un'altra occasione per limitare i costi di cura, Smith e Kelly dicono. PET e altre scansioni, per esempio, sono spesso utilizzati per rilevare recidive del cancro in pazienti dopo trattamenti iniziali, ma gli studi dimostrano che i tassi di guarigione sono altrettanto bene quando le recidive sono trovati attraverso altri esami.

"La comunità oncologica ha bisogno di avere una maggiore responsabilità nel valutare le prove costose, e limitare il loro uso a situazioni in cui vi è una forte evidenza di beneficio", dice Kelly.

Infine, gli autori suggeriscono che la riduzione dei prezzi dei nuovi farmaci contro il cancro potrebbe contribuire a contenere i costi di cancro.

"Ci sono farmaci che costano decine di migliaia di dollari, con un rapporto squilibrato tra costi e benefici", dice Smith. "Abbiamo bisogno di determinare i prezzi adeguati per le droghe e informare i pazienti sui loro costi di cura."

Un approccio, dicono, potrebbe essere quella di farmaci di prezzo in base al modo in cui prolungare la vita.

"Abbiamo bisogno di includere i pazienti, aziende farmaceutiche e legislatori nei nostri sforzi per contenere i costi di cura del cancro, in modo da permetterci di fornire servizi innovativi, assistenza di qualità per le generazioni future", dice Smith.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha