Organizzati di screening del cancro della prostata fa più male che bene

Maggio 27, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il cancro della prostata di screening con l'antigene (PSA) prostatico specifico è ampiamente utilizzato in Francia, nonostante la mancanza di prove che dimostrano che riduce le morti per cancro. Ora, i ricercatori hanno dimostrato che gli uomini sperimentano più male che bene dallo screening PSA di routine, secondo la ricerca che sarà presentato dal professor Mathieu Boniol, al 2013 Congresso European Cancer (ECC2013).

Prof Boniol, direttore di ricerca presso l'Istituto di ricerca di prevenzione International (IPRI) e professore presso l'Istituto per la salute globale Strathclyde pubblico IPRI, Lione, Francia, dirà il congresso che il totale esperienza uomini danno in termini di impotenza e incontinenza, e la effetti collaterali da trattamenti contro il cancro alla prostata, colpisce gravemente la qualità della vita, e dovrebbero scoraggiare ulteriormente l'uso di test PSA per lo screening del cancro della prostata.

Prof Boniol dirà: "I livelli di proteina test misura di PSA, che sono prodotti dalla ghiandola prostatica, nel sangue di un uomo, e può contribuire a rilevare precoce del cancro, tuttavia, riteniamo che il test del PSA dovrebbe essere usato come un aiuto supplementare nella diagnosi. e gestione del cancro della prostata piuttosto che come il punto di ingresso principale per biopsia della prostata e ulteriori esami. PSA dovrebbe essere ridotto e maggiore attenzione dovrebbe essere data agli effetti nocivi dello screening relativi all'utilizzo della prova.




"Abbiamo voluto fornire ai medici una migliore idea delle conseguenze dello screening PSA organizzati e abbiamo pensato che fornire i numeri per i vari effetti collaterali seguenti test PSA sarebbe più facile da interpretare. Per questo, abbiamo stimato il danno totale che gli uomini potessero sopportare se esposti a test PSA applicando diverse stime effetto collaterale di una popolazione virtuale di 1.000 uomini di età compresa tra 55-69 anni. Abbiamo incluso anche un gruppo di 1.000 uomini che non sono stati selezionati per il cancro alla prostata per il confronto, "dice.

"Abbiamo stimato il danno totale che gli uomini dovrebbero sopportare se sottoposti a test PSA applicando diverse stime effetto collaterale di una popolazione virtuale di 1.000 uomini di età compresa tra 55-69 anni. Abbiamo incluso anche un gruppo di 1.000 uomini che non sono stati sottoposti a screening per il cancro alla prostata per il confronto. "

Utilizzando i dati dello studio europeo randomizzato di screening per il cancro della prostata (ERSPC), che era l'unica prova per dimostrare che il test PSA è stato associato ad una significativa riduzione della mortalità da cancro della prostata, le informazioni sul numero di uomini necessari per sottoporsi a una biopsia prostatica e è stato estratto il numero di casi di cancro alla prostata diagnosticati. Questi dati sono stati combinati con altri dati pubblicati sugli effetti collaterali associati con la biopsia e con l'intervento chirurgico utilizzato per rimuovere i tumori della prostata.

"Nel complesso, il tasso di mortalità a causa di cancro alla prostata sono dello stesso ordine di grandezza tra i due gruppi di uomini: abbiamo stimato che 5.17 decessi causati dal cancro alla prostata si sarebbe verificato nel gruppo di uomini non schermati rispetto a 4,1 decessi nel gruppo che ha subito screening con PSA.

"Eppure, al fine di evitare un decesso da cancro alla prostata in 1.000 uomini screening per PSA, il numero di biopsie raddoppierebbe con 154 ulteriori biopsie prostatiche, e, di 35 ulteriori tumori della prostata diagnosticati, 12 ulteriori casi di impotenza e tre ulteriori casi di incontinenza si sarebbe verificato. Quindi, i danni causati dalla routine del PSA può avere un grave effetto sulla qualità della vita dei pazienti e fornisce ulteriori elementi di prova contro l'uso di screening organizzato per il cancro alla prostata, "dice.

Attualmente, il test PSA viene utilizzato molto in Europa per lo screening del cancro alla prostata, anche se lì in prove sufficienti per sostenere la sua utilità e non c'è, il programma di screening dei tumori della prostata organizzato basato sulla popolazione. Secondo Unione europea Cancer Database (EUCAN) stime, oltre 73.600 nuovi casi di cancro alla prostata sono stati diagnosticati in Francia nel 2012 e circa 8.600 uomini sono morti a causa della malattia [2].

"Circa il 75% degli uomini di età compresa tra 60 in Francia hanno avuto un test PSA fatto nei tre anni precedenti e nonostante nessuna raccomandazione nazionale per promuovere il test PSA, né alcuna organizzazione nazionale, si può in parte spiegare gli alti tassi di incidenza segnalati di cancro alla prostata in tutta la Francia "dice il prof Boniol.

"Tutte le prove disponibili indicano che il test PSA per il cancro alla prostata non dovrebbe essere raccomandata di routine per gli uomini asintomatici in Europa. Quando si discute l'uso del test PSA con i pazienti, i medici dovrebbero renderli consapevoli dei limiti del test e la probabilità di causare male. Speriamo che i nostri risultati della ricerca aiuteranno i medici a prendere decisioni su quando proporre un test PSA, e per aiutare il paziente a decidere se accettare o meno tale raccomandazione, "dirà.

Prof Boniol anche presentare i risultati della ricerca indagando il danno associato alla chirurgia del cancro alla prostata, in cui gli investigatori hanno scoperto che in Francia il rischio di morire 60 giorni dopo l'operazione triplicato negli uomini di età compresa tra 70 anni o più.

La rimozione di tutta la ghiandola prostatica è la procedura chirurgica utilizzata per trattare il cancro alla prostata e si chiama una prostatectomia radicale. Essa può essere eseguita da open (laparotomia) o (laparoscopica) chirurgia keyhole. La procedura è associata ad un rischio di morire dopo l'intervento chirurgico. Tuttavia, il grado di aumento del rischio è sconosciuto e Prof Boniol dice che deve essere considerato nella valutazione dei danni provocati con il trattamento del cancro alla prostata.

Record per gli uomini di età superiore ai 40 anni che avevano subito una prostatectomia radicale tra il 2007 e il 2011 sono stati recuperati dall'Agenzia tecnico francese per la Informazioni sul database di ospedalizzazione. Un totale di 120.333 interventi chirurgici di cancro della prostata sono stati effettuati tra i 637 ospedali inclusi nel database, di cui 68.106 erano chirurgia aperta e 52.227 erano chirurgia mininvasiva.

I ricercatori hanno scoperto che una percentuale elevata di chirurgia del cancro della prostata (18%) è stata eseguita negli uomini di età superiore ai 70. Hanno inoltre scoperto che 60 giorni dopo l'intervento chirurgico del cancro della prostata c'erano 183 morti (0,15%). Il rischio di morire era 0,11% per gli uomini di età compresa tra 40-69 anni e un aumento al 0,36% per gli uomini di età compresa tra 70 anni o più, 60 giorni dopo l'intervento chirurgico.

Prof Boniol dirà: "Abbiamo scoperto che un elevato numero di interventi chirurgici di cancro della prostata sono stati eseguiti su uomini più anziani, più di 70 anni, un gruppo di individui in cui l'intervento chirurgico dovrebbe essere considerato con estrema cautela in quanto potenzialmente in grado di fornire alcuni anni supplementari della vita è anche associata ad un elevato rischio di morte prematura. In questo gruppo di uomini, il rischio di morte dopo prostatectomia radicale è molto più alto che con uomini più giovani.

"I risultati di questa ricerca mettono in dubbio anche l'uso di chirurgia del cancro alla prostata. Uno dei principali problemi con l'utilizzo di test PSA per lo screening del cancro della prostata è over-diagnosi. Un paziente over-diagnosticato il cancro alla prostata è etichettato come un caso di cancro alla prostata, ma lui non sarà mai soffrire di questa malattia anche se sperimenterà i potenziali effetti collaterali del trattamento del cancro alla prostata. I nostri risultati mostrano che gli uomini anziani sono over-trattati per il cancro alla prostata, e che, per loro, la chirurgia è improbabile che fornire alcun beneficio.

"Ci auguriamo che i comitati di esperti che valutano le nuove linee guida cliniche per la gestione del cancro alla prostata richiederanno che i benefici ei danni di chirurgia del cancro alla prostata essere valutati, in particolare in relazione all'uso di test PSA."

Presidente di ECCO, il professor Cornelis van de Velde, ha commentato:.. "Lo screening per il cancro alla prostata è controverso e le raccomandazioni esistono contro lo screening basato PSA-Nonostante questo, è ampiamente utilizzato in particolare in Francia Questo studio nazionale indica che provoca più danni che benefici , specialmente negli uomini di età compresa tra 70 o più anziani che hanno il triplo del rischio di uomini più giovani di morire dopo l'operazione. Questi risultati dovrebbero portare alle linee guida rigorose e registri per valutare l'over-trattamento del cancro alla prostata. "

Sedia Co-scientifica di ECC2013 e ESMO portavoce, il professor Cora Sternberg, ha commentato: "lo screening PSA mantiene la promessa di una diagnosi precoce, quando il cancro è localizzato alla prostata e il trattamento è curativo screening ha, tuttavia, ha portato anche a molti falsi positivi,. over-diagnosi della malattia e significativa morbilità come dimostrato in questo studio francese, soprattutto negli uomini oltre i 70 anni di età.

"Raccomandazioni internazionali variano dal valore di screening con PSA di routine. La European Association of Urology, dice che le evidenze attuali non sono sufficienti per raccomandare l'adozione di screening della popolazione per il cancro alla prostata, come una politica sanitaria pubblica a causa della grande effetto overtreatment. L'American Urological Association suggerisce che per gli uomini tra i 55 ei 69 anni, lo screening PSA comporta valutato il beneficio della prevenzione della mortalità del cancro della prostata in un uomo per ogni 1.000 uomini proiettati oltre un decennio contro i noti danni potenziali associati con lo screening e il trattamento. Gli uomini sono invitati a parlare con i loro medici circa i vantaggi ei rischi della sperimentazione. Lungo le linee di questo studio francese, l'American Cancer Society suggerisce anche la discussione con il medico per quanto riguarda i benefici ed i rischi di diagnosi precoce. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha