Ormone sazietà potrebbe aumentare il rischio di diabete, infarto e il cancro al seno nelle donne

Maggio 2, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno degli ormoni sazietà del corpo, neurotensin, potrebbe aumentare il rischio di subire una delle tre condizioni comuni e gravi delle donne: diabete, malattie cardiovascolari e cancro al seno. Vi è anche una connessione tra l'ormone e morte prematura nelle donne, in particolare da malattie cardiovascolari.

I risultati sono stati presentati in uno studio dell'Università di Lund in Svezia, pubblicato sul Journal of American Medical Association.

"È stato sorprendente trovare un chiaro legame tale al rischio di diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari e cancro al seno. L'obesità è un fattore di rischio comune per tutte e tre le condizioni, ma la connessione con neurotensin non è spiegato da obesità o altro noto fattori di rischio ", dice il professor Olle Melander del Dipartimento di Scienze Cliniche dell'Università di Lund, che è anche un consulente Skеne University Hospital.




"Questa è la prima volta che un ormone di sazietà è stato collegato a queste tre malattie comuni nelle donne. Si apre quindi un nuovo campo per continuare la ricerca sulla valutazione dei rischi e il trattamento preventivo," dice il professor Marju Orho-Melander del Dipartimento di Scienze Cliniche dell'Università di Lund, uno degli autori dello studio.

E 'interessante il fatto che i risultati si applicano specificamente alle donne. Nel caso di cancro al seno è ovvio, ma una migliore comprensione dello sviluppo di malattie cardiovascolari nelle donne è fortemente necessaria.

La connessione tra neurotensina e le condizioni nelle donne è stato visto per essere così forte che ha un chiaro impatto sulla speranza di vita del paziente. Il forte legame significa anche che è opportuno utilizzare neurotensina come marker di rischio clinico per le condizioni, a parere dei ricercatori. Questo offre nuove opportunità per l'individuazione precoce delle donne che sono a rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, che non possono essere previsti con le attuali fattori di rischio noti. Ciò consente di avviare il trattamento preventivo in una fase precoce.

"Poiché l'ormone circola intorno al corpo nel sangue, livelli possono essere misurati con un esame del sangue normale, che è un vantaggio," spiega Olle Melander.

I risultati sono stati ottenuti attraverso l'analisi di campioni di sangue da oltre 4 600 persone che hanno preso parte allo studio popolazione svedese Malmц Diet and Cancer. I partecipanti hanno dato campioni di sangue per diversi anni ed i ricercatori hanno visto un legame tra il livello di neurotensina e le donne che si sono recati a sviluppare una delle tre malattie.

Una dieta povera di grassi riduce la produzione neurotensina e potrebbe quindi essere un modo per regolare i livelli di neurotensin, credere Olle Melander e Marju Orho-Melander. Tuttavia, fanno notare che se neurotensina è quello di lavorare come un bersaglio per il trattamento, deve prima stabilire una relazione causale. Essi sperano di essere in grado di identificare questo rapporto attraverso studi genetici che sono attualmente in corso.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha