Ormone Tipo droga fa differenza sopravvivenza nel carcinoma mammario avanzato

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli inibitori dell'aromatasi, un tipo di terapia ormonale usato per trattare il carcinoma mammario avanzato nelle donne in postmenopausa, tradursi in un piccolo ma significativo aumento della sopravvivenza globale rispetto ad altri trattamenti ormonali, secondo una nuova revisione sistematica di studi.

Inoltre, gli inibitori dell'aromatasi - farmaci noti come Arimidex, Aromasin e Femara - hanno meno probabilità di causare coaguli di sangue e sanguinamento vaginale di altri trattamenti ormonali, detto esame co-autore Judith Bliss dell'Istituto di ricerca sul cancro di Londra.

La revisione ha analizzato 30 studi che coinvolgono il trattamento del carcinoma mammario avanzato, che comprende più di 10.000 donne in postmenopausa.




Bliss e colleghi sono stati sorpresi da quanto alcuni degli studi esaminati dati presentati sulla sopravvivenza globale per le donne che assumono inibitori dell'aromatasi. "È stato disponibile solo per circa la metà delle donne i dati di sopravvivenza," Bliss ha detto.

I dati disponibili mostrano una riduzione dell'11 per cento del rischio di morte rispetto alle donne che non ricevono gli inibitori dell'aromatasi.

La revisione appare, in questo numero di The Cochrane Library, una pubblicazione di The Cochrane Collaboration, un'organizzazione internazionale che valuta le ricerche mediche. Sistematico recensioni di trarre conclusioni basate su prove di pratica medica dopo aver preso in considerazione sia il contenuto e la qualità dei processi esistenti mediche su un argomento.

Il trattamento del carcinoma mammario avanzato nelle donne che hanno superato la menopausa di solito comporta una combinazione di chirurgia, radioterapia, chemioterapia, ormonali e terapie biologiche. In molti tumori al seno, gli estrogeni stimola la crescita tumorale. Gli inibitori dell'aromatasi agiscono limitando la produzione di una donna di estrogeni.

Diversi inibitori dell'aromatasi, tra cui Anastrozolo (Arimidex), Exemestane (Aromasin) e letrozolo (Femara) sono stati disponibili per uso clinico negli ultimi dieci anni o giù di lì.

Altri trattamenti contro il cancro al seno che interessano anche gli estrogeni comprendono tamoxifene e progestinici. Tamoxifen è il trattamento ormonale più utilizzato nel cancro al seno avanzato; tuttavia, comporta un rischio di coaguli di sangue e di altri effetti collaterali rari ma potenzialmente gravi.

Bliss ha detto che la revisione ha trovato pochissimi dati affidabili negli studi che confrontano l'efficacia dei diversi inibitori dell'aromatasi disponibili. "La promozione di un farmaco rispetto ad un altro individuo non è evidence-based e dovrebbe essere evitato", hanno detto gli autori.

In generale, le donne che assumono inibitori dell'aromatasi hanno avuto circa lo stesso rischio di sperimentare vampate di calore, come quelle che ricevono tamoxifene. Tuttavia, hanno riferito più nausea, vomito e diarrea, rispetto ai pazienti trattati con il progestinico megestrolo acetato di droga e, in misura minore, rispetto ai pazienti in trattamento con tamoxifene.

I pazienti che assumono inibitori dell'aromatasi hanno avuto una diminuzione del rischio di sanguinamento vaginale e coaguli di sangue rispetto a quelli con altre terapie ormonali.

I dati di sicurezza sono difficili da analizzare, Bliss ha dichiarato: "Il quadro è irregolare a causa della scarsa qualità delle relazioni eventi avversi e diversi endpoint dello studio," nelle varie prove.

Tuttavia, "le conclusioni del riesame si confermano benefici terapeutici modesti, ma reali riguardanti l'uso di inibitori dell'aromatasi in una varietà di contesti clinici," Bliss, ha detto.

Edith Perez, MD, un oncologo con il multidisciplinare Breast Cancer Program presso la Mayo Clinic di Jacksonville, in Florida., Ha detto: "I risultati della revisione non sono una sorpresa. Questi sono buoni farmaci e hanno avuto un impatto positivo la vita dei pazienti affetti da il cancro al seno. " Perez non è associato alla revisione.

Perez è convinto che gli inibitori dell'aromatasi sono il primo farmaco di scelta per il trattamento ormonale del carcinoma mammario avanzato nelle donne in postmenopausa. "Loro hanno un efficacia leggermente migliorata nel corso tamoxifene, e hanno un tasso molto più basso di coaguli di sangue nelle gambe e nei polmoni," ha detto. "Inibitori dell'aromatasi portano quasi nessun rischio di cancro uterino, e mentre ciò accade raramente con tamoxifene, può capitare."

D'altra parte, Perez ha detto che gli inibitori dell'aromatasi non comportano un rischio di un aumento dei dolori articolari e, ancora più importante, può causare perdita di massa ossea. "La maggior parte dei pazienti fare molto bene, ma si consiglia di pazienti hanno prove di densità ossea prima di utilizzare questi farmaci. Probabilmente non usare inibitori dell'aromatasi in un paziente con grave osteoporosi."

Mentre il costo per-tablet di inibitori dell'aromatasi è superiore a tamoxifene, Perez ha detto che sono ancora convenienti perché hanno meno effetti collaterali che richiedono un trattamento e risultano in aumento della sopravvivenza globale.

"E 'dubbio che questi farmaci sono migliori per i pazienti se confrontato con altre terapie ormonali", ha detto Perez.

Riferimento: Gibson LJ, Dawson, CL, Lawrence DJ, Bliss JM. Gli inibitori dell'aromatasi per il trattamento del carcinoma mammario avanzato nelle donne in postmenopausa (Review). Cochrane Database of Systematic Reviews 2007, Issue 1.

La Cochrane Collaboration è un no-profit, organizzazione internazionale indipendente che produce e diffonde sistematica recensioni di interventi di assistenza sanitaria e promuove la ricerca di elementi di prova in forma di studi clinici e di altri studi di interventi. Visita http://www.cochrane.org per maggiori informazioni.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha