Ospedale Bugs Ricevi dal basso verso bedrail

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La presenza del batterio Staphylococcus aureus (S. aureus) nelle feci dei pazienti aumenta la probabilità che farà la sua strada sulla pelle, rotaie letto ospedale e altre superfici, secondo la ricerca pubblicata sulla rivista on line ad accesso libero, BMC Infectious Diseases.

Curtis Donskey e colleghi della Cleveland Veterans Affairs Medical Center, Ohio, Stati Uniti, campioni di feci prelevati da pazienti ricoverati e analizzati questi per S. aureus. I ricercatori hanno preso campioni di pazienti 'narici, ascelle e inguine, nonché circostante superfici come rotaie letto e comodini con un batuffolo di cotone umido. Per determinare se questi batteri potrebbero essere trasferite le mani dei ricercatori che coraggiosamente toccato ognuno di pelle e siti ambientali con una mano precedentemente disinfettata con un strofinare alcool mano. Handprints in gelatina agar prima e dopo il test sono stati usati per determinare la presenza di trasferimento batterico.

Più importante scoperta dello studio era che i pazienti che ospitano S. aureus sia nei loro intestini e nasi erano significativamente più probabilità di quelli con questo batterio in soli per avere colture cutanee positive le narici. C'era anche un trend statisticamente non significativo verso contaminare le superfici circostanti e trasferimento batterico per le mani del ricercatore.




Culture da superfici ambientali diedero una media di 12,7 colonie con una gamma da 1 a 80, mentre le culture di ascelle e inguine produssero colonie di batteri "troppo numerosi per contare." Culture mano dopo il contatto con superfici ambientali e la pelle dato una media di 15,3 colonie con una gamma di 1 a 80. La maggior parte dei pazienti colonizzati da S. aureus ha avuto l'MRSA (Staphylococcus aureus resistente alla meticillina) ceppo, che è influenzato da un trattamento con alcuni antibiotici.

"Perché stafilococchi sulla pelle può contaminare dispositivi o ferite ed essere acquisiti sulle mani, i nostri dati forniscono il supporto per l'ipotesi che la colonizzazione del tratto intestinale può facilitare infezioni da S. aureus e trasmissione nosocomiale", dice Donskey.

Articolo: Anita Bhalla, David C Aron e Curtis J Donskey, "Staphylococcus aureus colonizzazione intestinale è associata ad un aumento della frequenza di S. aureus sulla pelle dei pazienti ricoverati in ospedale" BMC Infectious Diseases (in corso di stampa)

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha