Parsites malaria dormienti nei globuli rossi possono contribuire al fallimento del trattamento, studio suggerisce

Aprile 30, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Lo studio, che appare sulla rivista online PLoS ONE, suggerisce che questo fenomeno dormienza fase iniziale contribuisce al fallimento di artesunato sola, o anche in combinazione con altri farmaci, per eliminare la malattia trasmessa dalle zanzare. Alexis LaCrue, PhD, ricercatore associato presso il Dipartimento di USF salute globale, è l'autore principale dello studio, che è stato finanziato dal National Institute of Allergy e Malattie infettive (NIAID).

La comparsa di parassiti resistenti alla terapia artesunato lungo il confine tra Thailandia e Cambogia potrebbe compromettere seriamente il successo degli sforzi di controllo della malaria a livello mondiale, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riferito.




"C'è un urgente bisogno di salute pubblica per capire perché questa resistenza farmaco antimalarico sta accadendo e la base per esso, in modo che possa aiutare ad arrestare la sua diffusione", ha detto il ricercatore principale Dennis Kyle, PhD, illustre professore di salute universitario presso la USF College of Public Salute.

"Il nostro studio è stato in grado di indurre la stessa fase dormiente in vivo - in un modello di roditore malaria - che è stato precedentemente visto solo in provetta", ha detto Kyle. "Il lavoro suggerisce che la dormienza è coinvolto nella prima fase di sviluppo del parassita nei globuli rossi. Può essere un nuovo meccanismo per come il parassita evita di essere spazzata via dalla droga artemisinina."

Quando i topi infettati con parassiti della malaria roditore sono stati trattati con artesunato, parassiti dormienti erano presenti nei loro globuli rossi del sangue 24 ore dopo il trattamento. I ricercatori hanno anche trovato un'associazione positiva tra il numero di parassiti dormienti presenti e quando l'infezione della malaria riemerse nei topi.

Ulteriori studi sono necessari per aiutare a spiegare il meccanismo che sta dietro la dormienza early-stage e il suo contributo al fallimento del trattamento.

"Ora che abbiamo un modello animale robusto per studiare come i parassiti diventano dormienti e poi recuperare", ha detto Kyle, "potremmo essere in grado di cambiare i nostri regimi di dosaggio e indagare partner di droga per artemisinina che sono meglio a uccidere i parassiti dormienti".

Parassiti della malaria sono trasmessi attraverso la puntura di una zanzara infetta. Negli esseri umani, entrano globuli rossi e inizia replicare dopo essere stato liberato dal primo obiettivo della malattia, il fegato. Una volta che i parassiti fuga nel sangue, i sintomi della malattia emergono tra cui brividi, febbre, mal di testa, dolori muscolari, vomito e stanchezza.

La malaria colpisce il 10 per cento della popolazione mondiale, uccidendo quasi un milione di persone l'anno nei paesi in via di sviluppo e paralizzando le loro economie. La maggior parte che muoiono o si ammalano sono donne incinte e bambini poveri sotto i 5 anni nelle regioni tropicali e subtropicali di Africa, Asia e Sud America.

Oltre a LaCrue e Kyle, gli autori dello studio erano Misty Scheel, Katherine Kennedy e Nikesh Kumar - tutti i membri del team di USF globale ricerca sulle malattie infettive.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha