Pazienti affetti da artrite reumatoide e medici differiscono sulla malattia di valutazione di gravità

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un romanzo studio condotto da ricercatori della University of California, San Francisco ha rilevato che quasi un terzo delle artrite reumatoide (AR) i pazienti differiva da loro medici nella valutazione della loro gravità della malattia. Il disaccordo tra paziente e la valutazione medico dell'attività RA era più frequente nei pazienti con sintomi depressivi, e quelli che avevano scarsa funzionalità complessiva. I dettagli dello studio, il primo a esaminare la discordanza in una popolazione etnicamente diversificata, sono pubblicati nel numero di giugno della Arthritis Care & Research, una rivista della American College of Rheumatology.

Secondo un rapporto del 2003 dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la prevalenza di RA, una malattia autoimmune caratterizzata da gonfiore doloroso del rivestimento delle articolazioni, varia tra il 0,3% e l'1%. Negli Stati Uniti gli esperti stimano circa 1-2.000.000 americani hanno RA che colpisce il doppio delle donne rispetto agli uomini.

Mentre i medici che trattano pazienti con malattie come il diabete o l'ipertensione hanno un oro (test di glicemia o la pressione sanguigna) diagnostico standard per misurare con precisione l'attività della malattia, reumatologi contare su misure soggettive (paziente self-report) e oggettivi (conta delle articolazioni medico-valutazione , reagenti di fase acuta) per determinare l'attività della malattia RA. Una valutazione accurata dell'attività RA è essenziale per determinare la gravità della malattia, monitorare la risposta al trattamento, ed è particolarmente importante con l'avvento di efficaci, ma terapie potenzialmente tossici. Una comunicazione chiara medico-paziente intorno reporting e la valutazione dell'attività della malattia sintomo è centrale per la gestione di RA. Mentre studi precedenti hanno documentato discordanza in RA, nessuno ha esaminato la possibile associazione del linguaggio paziente o umore con discordanze, entrambi i quali pongono barriere alla comunicazione.




"La necessità di un accordo paziente-fornitore nella valutazione dell'attività della malattia è fondamentale per la gestione sicura ed efficace di RA", ha detto Jennifer Barton, MD, del Dipartimento di Medicina, Reumatologia Division, presso la University of California, San Francisco, e il piombo autore dello studio. Il team di ricerca ha reclutato 223 partecipanti dalla UCSF artrite reumatoide Cohort, un dual-site studio osservazionale, che sono stati arruolati consecutivamente dal artrite reumatoide Clinica San Francisco General Hospital e la UCSF Arthritis Center. I partecipanti avevano un'età media di 53 (± 14 anni) e 88% erano donne. La ripartizione etnica del campione di studio era del 45% Latino, 27% Asia/Pacific Islander, 16% caucasici, 10% afro-americani, 2% degli indiani d'America o altro.

I ricercatori hanno raccolto dati clinici relativi a ciascun soggetto, tra cui il fattore reumatoide, velocità di sedimentazione, e tenero e conta delle articolazioni gonfie, così come la valutazione globale del paziente della gravità della malattia, come misurato su una scala analogica visiva ad ogni visita. Stato funzionale è stata misurata utilizzando l'Health Assessment Questionnaire (HAQ). Il 9-voce Patient Health Questionnaire è stato utilizzato per misurare i sintomi depressivi.

"Abbiamo trovato differenze clinicamente significative tra le valutazioni della malattia RA gravità del paziente e medico nel 36% dei casi", ha confermato il dottor Barton. "In una maggioranza schiacciante (85%) di queste coppie discordanti, i medici hanno sottolineato le valutazioni dei pazienti valutazioni." I ricercatori hanno trovato che il punteggio medio VAS per la gravità della malattia globale è stata 46 ± 26 mm per i pazienti e il 31 ± 21 millimetri per i medici.

Il team di ricerca ha anche scoperto che i sintomi depressivi erano comuni con il 30% dei partecipanti che presentano depressione maggiore, e questi pazienti avevano una maggiore probabilità di disaccordo con i loro medici rispetto a quelli che non erano depressi. I ricercatori hanno notato un livello più basso di paziente-medico discordanza in quei pazienti che avevano una conta delle articolazioni superiore gonfio, ma discordanza persistito nei pazienti con stato povero funzionale (punteggio HAQ). "Ridurre il paziente-medico discordanza è un obiettivo importante che può migliorare i risultati del paziente", ha concluso il dottor Barton. "Ulteriori indagini dei rapporti tra stato d'animo, l'attività della malattia, e la discordanza possono aiutare interventi di guida in grado di migliorare la cura del paziente RA."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha