Pazienti affetti da mesotelioma maligni che potrebbero beneficiare di droga pemetrexed identificato, studio suggerisce

Luglio 17, 2015 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Precedenti studi hanno ipotizzato che i bassi livelli di enzima timidilato sintasi (TS) probabilmente segnano i pazienti che beneficeranno del farmaco pemetrexed - ma i risultati sono stati inconcludenti al meglio e, a volte contraddittorie.

Uno studio dell'Università del Colorado Cancer Center recentemente pubblicato sul Journal of Thoracic Oncology fornisce una spiegazione del perché: solo in combinazione con alti livelli di un secondo enzima, FPGS, fa bassi TS predire la risposta al pemetrexed in pazienti affetti da mesotelioma pleurico maligno.

"La speranza è che gli oncologi potessero testare un paziente per livelli di TS e FPGS e così scoprire se il paziente deve essere trattato con pemetrexed o se un altro la terapia potrebbe essere più appropriato," dice il primo autore della carta, Daniel C. Christoph, MD, PhD , oncologo medico presso il Cancer Center West tedesca, lavorando come ricercatore post-dottorato internazionale nel laboratorio di CU Cancer Center ricercatore, Fred Hirsch, MD, PhD.




Opere di pemetrexed inibendo l'enzima TS, che le cellule tumorali hanno bisogno per replicare il loro DNA. Quindi è ovvio che i tumori già bassi TS sarebbero più colpiti dalla droga - bloccando i restanti TS avrebbe fermato efficacemente la capacità delle cellule tumorali di sintetizzare nuovo DNA.

Tuttavia, Christoph e colleghi hanno testato 84 campioni di mesotelioma in cui i pazienti erano stati trattati con pemetrexed e trovato che bassi livelli di TS solo in combinazione con contemporaneamente alti livelli di FPGS previsto la risposta dei pazienti al farmaco.

Lo studio ha anche spiegato il meccanismo attraverso il quale FPGS aumenta l'efficacia clinica di pemetrexed: "Alti livelli di FPGS permettono pemetrexed a rimanere più a lungo all'interno delle cellule, dando il farmaco più tempo per lavorare contro TS", dice Christoph. Dei campioni testati, i pazienti con TS bassi e alti FPGS avevano più risposta a pemetrexed e durate più lunghe di sopravvivenza.

Secondo Christoph, questo studio fornisce il lavoro preclinico necessaria per giustificare esplorare il potere predittivo di TS e FPGS in pazienti affetti da mesotelioma. Uno studio osservazionale prospettico di questi biomarcatori potrebbe portare al loro ampio utilizzo nel predire la risposta dei pazienti alle pemetrexed.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha