Pazienti con depressione Soffrono spesso di dolore medicalmente inspiegabile

Maggio 3, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Sintomi di dolore che non possono essere attribuiti, o almeno non pienamente attribuite, ad una origine organica sono più frequentemente e più gravemente sperimentato dai pazienti con depressione che da quelli senza. "E 'il caso che le donne sono molto più frequentemente colpite da depressione e anche dai cosiddetti somatoformi disturbo dolore rispetto agli uomini", spiega Dirk Frieser, psicologo presso l'Istituto di Psicologia presso Johannes Gutenberg di Magonza.

Ai fini della sua tesi di dottorato, Frieser e collega psicologo Stephanie Kцrber interrogato 308 pazienti che frequentano due pratiche di medicina generale a Mainz. I pazienti sono stati chiesto il loro stato di salute e dei loro sintomi di dolore, ma anche le loro ansie riguardo alla malattia, come reagiscono in caso di malattia, quale sostegno sociale che ricevono, e ciò che lo stress psicologico che vivono, insieme a molti altri aspetti. Successivamente, i sintomi di dolore riportati dai pazienti sono stati valutati dai loro medici.

Sintomi somatoformi, cioè, i sintomi che non o non può completamente essere spiegate in termini medici, è un fenomeno straordinariamente diffuso. Secondo Frieser "fino al 80 per cento dei sintomi riportati in GP pratiche sono somatoformi. Tuttavia, questo non significa che i pazienti sono semplicemente 'immaginare' che hanno questi sintomi." Sintomi somatoformi sono molto reali; grado di danneggiare la qualità della vita, e possono anche causare disturbi clinicamente rilevanti che potrebbero richiedere trattamento psicologico, come la terapia cognitivo-comportamentale.




Disturbi somatoformi, spesso respinti popolarmente come 'ipocondria,' spesso non solo coinvolgono i sintomi del dolore, ma anche altri sintomi come capogiri, sensazione di ipersensibilità in varie regioni del corpo, e anche la stanchezza o spossatezza. Ciò che è importante, secondo Frieser, è che non tutti coloro che hanno sintomi somatoformi viene diagnosticato un disturbo somatoforme. La misura in cui è compromessa la qualità della vita del paziente e la gravità dei problemi psicologici che sperimentano sono i fattori determinanti qui.

Prendendo come punto di partenza l'indagine di GP pratiche a Magonza sotto la supervisione del professor Wolfgang Hiller di Mainz University, Frieser e Kцrber deciso di indagare su ciò che influenza la depressione ha l'esperienza del dolore dei pazienti e per determinare se questo è diverso se il dolore è di origine clinica e se il dolore non ha una causa identificabile medico.

"I risultati indicano che vi è un evento significativamente maggiore di dolore somatoforme in diverse regioni del corpo in pazienti con la depressione esistente o che hanno sofferto di depressione nei 12 mesi precedenti rispetto ai pazienti senza depressione." Secondo Frieser allora, è possibile che i pazienti che riferiscono ai loro medici con più sintomi di dolore che non possono essere spiegati in termini clinici sono molto probabilmente soffrono di un disturbo depressivo che richiede un trattamento. Nei casi di depressione maggiore, i pazienti affetti spesso mostrano sconforto, disperazione, altalene dell'appetito e del peso corporeo, insonnia o una maggiore necessità di sonno, stanchezza, mancanza di energia, e disturbi psicomotori. Questi pazienti non di rado considerano anche suicidarsi. Brevi sbalzi d'umore termine con una durata di meno di due settimane non sono considerati elementi caratteristici di questo disturbo.

I risultati del sondaggio GP a Magonza sottolineano l'importanza della classificazione e valutazione dei sintomi di dolore per i servizi di assistenza sanitaria corretta; i medici di medicina generale hanno concluso che il dolore era somatoformi nel 73 per cento dei casi, e potrebbero essere pienamente spiegati in termini medici in solo il 27 per cento dei casi. Se il dolore è imputabile a una causa organica, è irrilevante se il paziente ha la depressione o no: la frequenza, la durata e l'effetto debilitante del dolore sono più o meno equivalenti in entrambi i gruppi di pazienti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha