Pazienti con insufficienza cardiaca con depressione hanno quattro volte il rischio di morte

Marzo 21, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Pazienti con insufficienza cardiaca che sono moderatamente o gravemente depresse hanno quattro volte il rischio di morire e di raddoppiare il rischio di dover andare al pronto soccorso o essere ricoverati in ospedale rispetto a coloro che non sono depresso, secondo una nuova ricerca riportata in circolazione: insufficienza cardiaca, un American Heart Association Journal.

"La depressione è un fattore chiave di uso sanitario in scompenso cardiaco", ha detto Alanna M. Chamberlain, Ph.D., MPH, autore principale dello studio e assistente professore di epidemiologia presso il Dipartimento di Scienze della Salute di ricerca presso la Mayo Clinic di Rochester, Minn. "I programmi di trattamento dovrebbero essere adattati alle esigenze di ogni paziente con una maggiore enfasi sulla gestione della depressione sia attraverso interventi di farmaci o di stile di vita."

Nel 2007-10, 402 pazienti con insufficienza cardiaca (58 per cento maschi, età media 73) in tre contee Minnesota completato un sondaggio nove domanda. Sulla base delle risposte, il 59 per cento dei pazienti sono stati classificati come non avere la depressione, il 26 per cento ha avuto la depressione lieve e il 15 per cento aveva da moderata a grave depressione. I ricercatori hanno raccolto informazioni sui partecipanti per circa un anno e mezzo.




Anche coloro che hanno riportato la depressione lieve avuto quasi un 60 per cento aumento del rischio di morte, ma un molto più piccolo aumento del rischio di visite al pronto soccorso (35 per cento) e ricoveri (16 per cento), i ricercatori hanno trovato.

Poiché i pazienti studiati erano per lo più bianco e vivevano nel sud-est del Minnesota, i risultati non possono applicare a tutti i pazienti con insufficienza cardiaca in tutti gli Stati Uniti, i ricercatori hanno detto solo un terzo dei pazienti con moderata-grave depressione stavano prendendo farmaci antidepressivi. La depressione può essere sottodiagnosticata in questi pazienti; tuttavia, alcuni possono essere stati sottoposti a terapia che non include la prescrizione di farmaci, hanno detto i ricercatori.

"Abbiamo misurato la depressione con una sola volta questionario in modo da non possiamo tenere conto di cambiamenti nei sintomi di depressione nel corso del tempo", ha detto Chamberlain. "Ulteriori ricerche sono necessarie per sviluppare approcci clinici più efficaci per la gestione della depressione in pazienti con scompenso cardiaco."

Co-autori sono: Amanda R. Moraska, B.A .; Nilay D. Shah, Ph.D .; Kristin S. Vickers, Ph.D .; Teresa A. Rummans, M.D .; Shannon M. Dunlay, M.D., M.Sc .; John A. Spertus, M.D., M.P.H; Susan A. Weston, M.S .; Sheila M. McNallan, M.P.H .; Margaret M. Redfield, M.D .; e Veronique Roger L., M.D., M.P.H.

Il National Heart, Lung, and Blood Institute e il National Institute on Aging finanziato lo studio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha