Pazienti di razza nera con cancro del rene sono più poveri la sopravvivenza dei bianchi, studio rileva

Aprile 22, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Tra i pazienti con la forma più comune di cancro del rene, i bianchi hanno sempre un vantaggio di sopravvivenza oltre i neri, a prescindere dal paziente e delle caratteristiche del tumore e il trattamento chirurgico. Questa è la conclusione di un nuovo studio pubblicato presto in linea in Cancer, una rivista peer-reviewed della American Cancer Society. I risultati dello studio suggeriscono che sono necessari ulteriori sforzi per prolungare la sopravvivenza dei pazienti affetti da cancro del rene.

Dalla metà degli anni 1990, i neri americani hanno avuto una più alta incidenza di carcinoma a cellule renali, la forma più comune di cancro del rene, che gli americani bianchi. La ricerca suggerisce anche che ci sono disparità razziali nella sopravvivenza dei pazienti con carcinoma a cellule renali, con pazienti di razza nera di morire prima di quanto i bianchi.

Quando Wong-Ho Chow, PhD, attualmente di The University of Texas MD Anderson Cancer Center di Houston, ed i suoi colleghi del National Cancer Institute hanno analizzato i dati nazionali di quasi 40.000 pazienti con carcinoma a cellule renali, hanno confermato i tassi di sopravvivenza per i pazienti più poveri neri a confronto con i bianchi. In particolare, il 72,6 per cento dei pazienti bianchi sopravvisse per almeno cinque anni, rispetto al 68,0 per cento dei pazienti di razza nera. Il vantaggio di sopravvivenza dei pazienti bianchi su pazienti di razza nera è stata considerata in tutti i sottogruppi di pazienti, indipendentemente dal sesso, l'età, lo stadio del tumore o le dimensioni, tumore sottotipo, o il tipo di trattamento chirurgico.




Sorprendentemente, una percentuale maggiore di pazienti neri rispetto ai pazienti bianchi sono stati diagnosticati in fase localizzata, con tumori più piccoli, o con un sottotipo meno aggressiva di cancro. Questi fattori dovrebbero indicare una prognosi migliore. Inoltre, rispetto ai pazienti bianchi, una percentuale leggermente superiore di pazienti neri ricevuto alcun trattamento chirurgico, che è associato ad una prognosi sostanzialmente peggiore.

Ulteriori studi sono necessari per determinare il motivo per cui esistono queste disparità. "Non possiamo escludere la possibilità che altri fattori non misurati nel nostro studio - come l'obesità, l'ipertensione, l'accesso alle cure, e suscettibilità genetica - possono contribuire alle persistenti disparità", ha detto il dottor Chow.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha