Pazienti Nonscreened con cancro al seno hanno bisogno di più cure di pazienti esaminati

Aprile 2, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Screening 40- a 49 anni le donne per il cancro al seno ha ulteriori vantaggi oltre la diminuzione provata tasso di mortalità. I pazienti a screening con la mammografia sono statisticamente meno probabilità di subire la chemioterapia, evitando le morbilità tossici associati. Screening mammografico aiuta anche a identificare un sottogruppo di pazienti ad aumentato rischio di cancro al seno per la diagnosi di lesioni ad alto rischio.

La maggior parte delle lesioni ad alto rischio identificati in una revisione retrospettiva sono stati trovati in pazienti selezionati. Identificazione dei pazienti ad alto rischio può permettere la somministrazione di chemioprevenzione, diminuendo il rischio di sviluppo del cancro al seno successiva. L'identificazione di lesioni ad alto rischio può anche portare allo screening supplementare MRI, che ha il vantaggio di individuare future neoplasie occulte mammograficamente in pazienti ad alto rischio.

"Quando le linee guida US Preventive Services Task Force sono stati pubblicati nel 2009, è stato creato confusione tra i pazienti e fornitori di cure primarie su quando e se a 40 a 49 anni le donne dovrebbero essere sottoposti a screening", ha detto Nelly Salem di ospedali universitari-Case Western Reserve. "Senza di screening mammografico, le donne ad alto rischio asintomatici sarebbero consapevoli del loro rischio e la possibilità di diminuire il loro rischio di sviluppare cancro al seno successiva con l'uso di chemioprevenzione."




Dr. Salem presenterà il suo studio il 6 maggio al 2014 ARRS riunione annuale a San Diego, CA.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha