Pazienti traumatizzati sicuro dai rischi di mortalità associati alla cosiddetta 'effetto week-end'

Giugno 9, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le persone che sono in incidenti stradali o soffrono gravi cadute, da arma da fuoco o di coltello ferite e altre lesioni a notte o nei fine settimana non sembrano risentire le stesse disparità di assistenza medica, come i pazienti che soffrono di attacchi di cuore, ictus, arresti cardiaci e altre tempo- malattie sensibili durante quei "le ore", secondo una nuova ricerca condotta presso la University of Pennsylvania School of Medicine.

A differenza di studi precedenti, multi-ospedale che mostrano che i pazienti trattati per le emergenze cardiache o neurologiche durante la notte e nei fine settimana sono più probabilità di avere complicazioni e persino morire rispetto a coloro che vengono in ospedale nei giorni feriali, le nuove scoperte pilota suggeriscono che i pazienti traumatizzati sono isolato da questo cosiddetto "effetto week-end" legato al tempo del giorno in cui vengono portati in ospedale.

Il nuovo studio, che sarà presentato presso l'Associazione orientale per la Chirurgia del Trauma, il 22 gennaio, indica un'organizzazione unica del sistema traumi e il personale come una protezione integrata per questi pazienti gravemente feriti. Un sistema regionalizzato che coinvolge sia il trasporto in ambulanza ed elicottero impone che i pazienti traumatizzati essere portato a strutture che soddisfano i requisiti rigorosi per round-the-clock di personale e capacità per la medicina d'urgenza, radiologia, chirurgia, e post-operatoria di terapia intensiva. Un elemento chiave di differenziazione dalla maggior parte delle altre specialità mediche e chirurgiche - in cui personale e le risorse variano nelle notti e nei fine settimana - è che il livello 1 centri di trauma come l'Ospedale della University of Pennsylvania, dove è stata condotta la ricerca, sono tenuti ad avere un frequentando trauma chirurgo immediatamente disponibile 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana, 365 giorni all'anno.




"I pazienti che arrivano in ospedale con un attacco di cuore o un ictus si può trovare in una struttura in grado di gestire in modo ottimale la loro condizione -. Specialmente di notte e durante il fine settimana abbiamo scoperto che non importa quando si è feriti, si ottiene lo stesso tipo di attenzione quando si sono portati in un centro di trauma ", spiega l'autore Brendan G. Carr, MD, MA, MS, un assistente professore nei dipartimenti di Medicina d'urgenza e Biostatistica ed Epidemiologia. "Il sistema trauma è stato dimostrato per salvare vite umane. Suggeriamo che un pezzo importante di questo beneficio mortalità potrebbe essere il requisito esplicito per uniforme di personale e di risorse tutto il giorno. I nostri risultati vanno ben oltre la cura trauma, illustrando i modi in cui la cura di emergenza sistema nel suo complesso può essere riprogettato a prendersi più cura dei pazienti più gravi, più vulnerabili. "

Nel primo studio per esaminare se i pazienti traumatizzati presentano il cosiddetto "effetto week-end," Carr ei suoi colleghi hanno studiato 4.382 pazienti traumatizzati curati presso l'Ospedale della University of Pennsylvania tra il 2006 e il 2008. Trenta quattro per cento è arrivato il fine settimana (definizione come 06:00 Venerdì fino 06:00 Lunedi), e il 23 per cento è arrivato di notte (mezzanotte alle 6 del mattino). I ricercatori hanno scoperto che i pazienti traumatizzati presentano nelle notti e nei fine settimana non erano più probabilità di morire rispetto a quelli che sono arrivati ​​in ospedale durante i giorni feriali.

Questi risultati detenute per entrambi i traumi contundenti (incidenti stradali, lesioni alla testa o percosse) e traumi penetranti (più spesso da arma da fuoco e coltelli ferite). Infatti, i pazienti che hanno subito lesioni trauma chiuso avevano meno probabilità di morire se hanno presentato durante la notte. Tra gli altri risultati studiati - pazienti di tempo spesi per ventilatori, durata del soggiorno in unità di terapia intensiva, e lunghezza ospedale generale di soggiorno - i risultati hanno mostrato che i pazienti traumatizzati che hanno presentato nelle notti e nei fine settimana possono essere andata un po 'meglio di chi è venuto a l'ospedale nei giorni feriali.

"Il punto di portare a casa è che tra i pazienti con trauma, non vediamo la variabilità preoccupante nei risultati in base al tempo di presentazione che si verifica con altre condizioni time-sensitive", dice l'autore senior dello studio, Patrick M. Reilly, MD, un professore di Chirurgia e vice-capo della divisione di Traumatologia e Chirurgia Critical Care. "Nessuno ha intenzione di essere feriti, avere un attacco di cuore, un arresto cardiaco o un ictus. Ma quando accade, lo dobbiamo a loro di fornire un sistema di cura che è pronto 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, 365 giorni l'anno. "

Successivamente, gli autori in programma di espandere la loro ricerca di un più ampio studio di esiti di traumi agli ospedali in tutto lo stato della Pennsylvania e in tutta la nazione per saperne di più su come la struttura del sistema può beneficiare i pazienti durante le ore.

Altri autori includono Peter Jenkins, MD, Charles Branas, PhD, Douglas Wiebe, PhD, Patrick Kim, MD, e C. William Schwab, MD.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha