Penicillina ottiene un "Scacco matto" contro i batteri resistenti agli antibiotici

Aprile 11, 2016 Admin Salute 0 28
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Innovativo lavoro di alterare la struttura di penicillina e renderlo più efficace contro i ceppi resistenti agli antibiotici dei batteri è stato segnalato nel 9 ottobre 1998 Web edizione di The Journal of Organic Chemistry, pubblicato dalla American Chemical Society, la più grande società scientifica del mondo. I ricercatori dicono che la loro struttura prototipo offre una "stratagemma scacco" contro i batteri resistenti.

L'efficacia di penicillina come antibiotico è diminuita dalla sua introduzione diffusa nel 1940, grazie alla capacità di vari batteri di sviluppare resistenza al farmaco. I ricercatori dell'Università di Limerick in Irlanda hanno fatto un grande primo passo avanti per lo sviluppo di una "modifica unico per la struttura della penicillina", secondo Timothy Smyth, Ph.D., autore principale del rapporto.

Alcuni batteri sono in grado di negare le proprietà che combattono le infezioni di penicillina producendo enzimi che tagliano, o tagliare, una parte fondamentale della molecola di penicillina. Per contrastare questo fenomeno, la risposta tipica è quella di combinare la penicillina con una sostanza chimica che inibisce l'azione degli enzimi. Dopo un po ', i batteri sviluppano resistenza supplementare alla nuova sostanza e rendono la versione aggiornata di penicillina inefficace.




Il gruppo di ricerca irlandese ha prodotto una struttura penicillina prototipo che funziona inserendo un frammento unico alla molecola di penicillina, che è fatale per batteri e specificamente attivata solo quando un batterio tenta di fendere struttura molecolare del farmaco. Qualsiasi batterio che non produce enzimi da tagliare sarebbe ancora ucciso dall'azione normale della penicillina intatta.

Mentre Smyth riconosce "c'è molta strada da fare ancora per consegnare un farmaco terapeuticamente utile," dice l'opera "rappresenta la delimitazione e l'attuazione dei primi passi verso la realizzazione di un nuovo approccio per combattere la resistenza dei batteri agli antibiotici."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha