Perché gli atleti hanno più probabilità di avere bisogno di pacemaker in età avanzata

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 99
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio condotto da The University of Manchester ha fatto luce sul motivo per cui gli atleti sono più probabilità di avere anomalie del ritmo cardiaco.

Atleti anziani con una storia permanente di formazione e di competere in gare di resistenza come maratone, triathlon e ferro sfide uomo può avere disturbi del ritmo cardiaco, noto come aritmie.

La ricerca di Manchester nei roditori, finanziato dalla British Heart Foundation, mostra i cambiamenti molecolari nel pacemaker del cuore si verificano in risposta all'allenamento all'esercizio. E 'stato fatto in collaborazione con l'Università di Milano e l'Università norvegese di Scienza e Tecnologia.




La scoperta, riportata su Nature Communications, ribalta la convinzione diffusa che una maggiore attività del sistema nervoso autonomo provoca questa reazione specifica di allenamento di resistenza.

Mentre gli adulti normali hanno appoggiato frequenze cardiache tra 60-100 battiti al minuto, cuori di atleti di resistenza possono battere solo 30 volte al minuto o anche meno durante la notte in cui ci possono essere lunghe pause tra battiti cardiaci.

Ciclisti Sir Chris Hoy e Miguel Indurain riferito avevano tassi cardiaca a riposo di 30 e di 28 battiti al minuto.

Dr Alicia D'Souza, presso l'Università di Manchester e primo autore sulla carta, ha detto:. "La frequenza cardiaca è impostato dal pacemaker del cuore, ma questo è controllato dal sistema nervoso I nervi" vagale "abbassare la frequenza cardiaca e pertanto si riteneva che la bassa frequenza cardiaca di atleti è il risultato di sull'attività dei nervi vagali.

"Ma la nostra ricerca dimostra questo non è il caso. Cambia effettivamente pacemaker del cuore in risposta alla formazione, in particolare vi è una diminuzione un'importante proteina pacemaker, noto come HCN4, e questo è responsabile della bassa frequenza cardiaca."

I ricercatori dicono che questi cambiamenti molecolari nel nodo del seno - la struttura cardiaca responsabile per la generazione del ritmo cardiaco - può aiutarci a comprendere la presenza più frequente di disturbi del ritmo cardiaco o anche perdita di coscienza negli atleti.

Il professor Mark Boyett, ricercatore principale dello studio, ha aggiunto: "Questo è importante perché, anche se normalmente una frequenza cardiaca a riposo basso di un atleta non causa problemi, atleti anziani con una storia di formazione permanente sono più probabilità di avere bisogno di un pacemaker artificiale elettronico montato. "

Più di 500 maratone si svolgono in Europa e in America ogni anno circa un milione di partecipanti. Il numero di persone partecipanti è destinato ad aumentare del 5% ogni anno.

Ma il professor Boyett ha detto: "Anche se l'esercizio fisico di resistenza può avere effetti nocivi sul cuore, è più che compensato dagli effetti benefici."

Il professor Jeremy Pearson, Associate Dirigente Medico presso la British Heart Foundation, ha detto: "Questo studio mostra variazioni di cablaggio elettrico del cuore nei topi che esercitano per lunghi periodi, e questi cambiamenti nel ritmo cardiaco sono sostenuti in seguito.

"Se i risultati sono riprodotti negli esseri umani che potrebbero avere implicazioni per la salute del cuore in atleti più anziani. Ma molto più ricerca è necessaria prima di poter trarre questa conclusione."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha