Perché il dolore cronico è tutto nella tua testa: cambiamenti cerebrali precoci prevedere che i pazienti sviluppano dolore cronico

Aprile 3, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio della Northwestern Medicine mostra per la prima volta che il dolore cronico sviluppa le altre due sezioni del cervello - relative al comportamento emotivo e motivazionale - parlare gli uni agli altri. Più comunicano, maggiore è la possibilità di un paziente svilupperà dolore cronico.

La scoperta fornisce una nuova direzione per lo sviluppo di terapie per il trattamento del dolore intrattabile, che colpisce 30-40.000.000 adulti negli Stati Uniti.




I ricercatori sono stati in grado di predire, con 85 per cento di precisione all'inizio dello studio, i partecipanti che andrebbero a sviluppare dolore cronico in base al livello di interazione tra la corteccia frontale e nucleo accumbens.

Lo studio è pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience.

"Per la prima volta siamo in grado di spiegare perché le persone che possono avere esattamente lo stesso dolore iniziale sia vostra per recuperare o sviluppare dolore cronico", ha detto A. Vania Apakarian, autore senior dello studio e professore di fisiologia presso Northwestern University Feinberg School of Medicina.

"L'infortunio da sola non è sufficiente a spiegare il dolore in corso. Ha a che fare con il pregiudizio combinato con lo stato del cervello. Questa scoperta è il risultato di 10 anni di nostra ricerca."

Il più emotivamente il cervello reagisce alla lesione iniziale, più è probabile che il dolore persisterà dopo la lesione è guarita. "Può darsi che queste sezioni del cervello sono più entusiasti di cominciare in alcuni individui, o ci può essere influenze genetiche e ambientali che predispongono queste regioni del cervello di interagire a livello eccitabile", ha detto Apkarian.

Le nucleo accumbens è un centro importante per insegnare il resto del cervello come valutare e reagire al mondo esterno, Apkarian notato, e questa regione del cervello può utilizzare il segnale di dolore insegnare il resto del cervello per sviluppare dolore cronico.

"Ora speriamo di sviluppare nuove terapie per il trattamento sulla base di questa constatazione," Apkarian aggiunto.

Partecipanti dolore cronico allo studio anche perso densità della materia grigia, che è probabilmente legata a un minor numero di connessioni sinaptiche o ritiro neuronale e gliale, Apkarian detto. Sinapsi cerebrali sono essenziali per la comunicazione tra i neuroni.

"Il dolore cronico è una delle condizioni più costosi di assistenza sanitaria negli Stati Uniti ma non c'è ancora una terapia scientificamente validato per questa condizione", ha detto Apkarian. Il dolore cronico ha un costo stimato 600 miliardi dollari l'anno, secondo un 2011 National Academy of Sciences relazione. Il mal di schiena è la condizione di dolore cronico più diffusa.

Un totale di 40 partecipanti che hanno avuto un episodio di mal di schiena, che durò quattro a 16 settimane - ma senza precedente storia di mal di schiena - sono stati studiati. Tutti i soggetti sono stati diagnosticati con il mal di schiena da un medico. Scansioni cerebrali sono state condotte su ogni partecipante all'inizio dello studio e per tre più visite durante un anno.

Altri autori Northwestern sulla carta includono autore principale Marwan N. Baliki, Bogdan Petre, Souraya Torbey, Kristina M. Herrmann, Lejian Huang e Thomas J. Schnitzer.

Lo studio è stato finanziato dal National Institute of Neurological Disorder and Stroke del National Institutes of Health di sovvenzione NS35115.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha