Perché sono afro-americani meno probabilità di sopravvivere taluni tipi di cancro?

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Afro-americani sono più probabilità di altre razze di morire di seno, prostata e tumori ovarici, ma questa disparità non è causa di povertà o di assistenza sanitaria inferiore, un primo nel suo genere, lo studio ha trovato.

I ricercatori hanno seguito più di 19.000 pazienti arruolati negli studi clinici oncologici condotti dal Southwest Oncology Group, una sperimentazione clinica National Cancer Institute, finanziato cooperativa nazionale. I pazienti di tutte le razze hanno ricevuto gli stessi trattamenti avanzati dagli stessi medici.

"E 'stato un livello di parità di condizioni per tutti, con la stessa qualità delle cure", ha detto l'autore Dr. Kathy Albain. "Così i nostri risultati in dubbio una teoria prevalente che gli afro-americani hanno più bassi tassi di sopravvivenza del cancro a causa della povertà, scarso accesso alle cure di qualità o di altri fattori socio-economici." Albain è uno specialista di cancro al seno e al polmone al Cardinal Bernardin Cancer Center della Loyola University Health System.




Se la povertà o di altri fattori socioeconomici sono da biasimare, quindi il divario di sopravvivenza deve esistere per tutti i tumori. Ma lo studio, pubblicato sul Journal of National Cancer Institute, ha trovato non vi era alcuna associazione statisticamente significativa tra razza e la sopravvivenza per polmone e del colon, leucemia, linfoma o mieloma.

"La buona notizia per gli afro-americani è che per i tumori più comuni, che hanno gli stessi tassi di sopravvivenza, come tutte le altre razze", ha detto Albain.

I tumori che hanno mostrato lacune di sopravvivenza - del seno, della prostata e alle ovaie - sono di genere. I risultati suggeriscono quindi che il divario sopravvivenza è causa di una complessa interazione di fattori biologici nel tumore e variazioni ereditarie nei geni comuni che controllano il metabolismo di farmaci e ormoni, Albain detto. Le persone con diversi modelli di questi geni metabolizzare farmaci contro il cancro e le loro ormoni in modo diverso, e sperimentare diversi effetti collaterali.

"Stiamo conducendo attivamente nuove ricerche sulla base di questi risultati per esplorare le interazioni tra biologia del tumore, il trattamento, il sesso, la razza, i geni ereditati e la sopravvivenza", ha detto Albain.

Dr. Patrick Stiff, direttore del Cardinale Bernardin Cancer Center, ha dichiarato: "Questo studio innovativo fornirà investigatori con una road map per la ricerca futura che migliorare i risultati dei pazienti di tutte le razze e di status socio-economico."

I ricercatori hanno identificato 19.457 pazienti oncologici adulti arruolati in 35 studi clinici Southwest Oncology Group che sono stati seguiti per almeno 10 anni dopo il trattamento. Dodici per cento dei pazienti era afro-americano. Nel corso dello studio, gli afro-americani sono stati 49 per cento più probabilità di altre razze di morire di early-stage, il cancro al seno dopo la menopausa; 41 per cento più probabilità di morire di fase iniziale, il cancro al seno in premenopausa; 61 per cento più probabilità di morire di cancro ovarico in stadio avanzato e il 21 per cento più probabilità di morire di cancro alla prostata in stadio avanzato.

Albain è professore presso il Dipartimento di Medicina, Divisione di Ematologia/Oncologia, Loyola University Chicago Stritch School of Medicine. I suoi co-autori sono Joseph Unger e John Crowley del Centro Statistico Southwest Oncology Group, Dr.Charles Coltman della University of Texas Health Science Center e Dr. alba Hershman della Columbia University College of Physicians e Surgeons.

Lo studio è stato finanziato dal National Cancer Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha