Perchè Terapia genica ha provocato la leucemia in alcuni 'Boy In The Bubble sindrome' Pazienti

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Immunodeficienza combinata grave (SCID), a volte chiamato 'Boy nella sindrome bolla', è una malattia genetica in cui il paziente manca la maggior parte dei tipi di cellule immunitarie. Quasi 10 anni fa, due gruppi indipendenti (uno a Londra, Regno Unito, e uno a Parigi, Francia) hanno utilizzato la terapia genica per il trattamento di alcuni bambini con la forma più comune di SCID, SCID-X1, che è causata da mutazioni nel gene IL2RG.

Sebbene la maggior parte i bambini hanno mostrato un miglioramento drammatico dopo la terapia genica, 4 dei 9 bambini che sono stati trattati con successo a Parigi sviluppato leucemia tra i 3 ei 6 anni dopo il trattamento. I gruppi a Londra e Parigi avevano utilizzato approcci di terapia genica molto simili e fino ad ora non era chiaro perché la leucemia è stata rilevata solo in alcuni dei bambini trattati a Parigi. Tuttavia, Adrian Thrasher e colleghi, presso l'Istituto per la Salute del Bambino, Londra, ora riportano che 1 dei bambini trattati con successo a Londra anche sviluppato una forma di leucemia chiamata cellule T leucemia linfoblastica acuta (T-ALL).

Nello studio, Thrasher e colleghi continuano a dimostrare perché quel bambino ha sviluppato la leucemia. Durante la terapia genica, la forma corretta del gene IL2RG e il vettore che portava questo nelle cellule integrati nella parte del genoma che conteneva un gene noto come LMO2 e attivato questo gene. In combinazione con altre mutazioni genetiche che non sono stati causati dalla terapia genica (compresa l'attivazione del gene NOTCH1, delezione del locus genico CDKN2A, e traslocazione del gene TCRB nel locus SIL-TAL1), questo ha causato lo sviluppo di leucemia.




In un articolo correlato da Salima Hacein-Bey-Abina e colleghi, i ricercatori di Parigi che ha eseguito l'altra prova di terapia genica hanno ora identificato motivi analoghi a spiegare perché 2 dei 4 bambini che hanno sviluppato la leucemia si ammalò. In un paziente, il gene e il vettore integrate nella parte del genoma che conteneva LMO2 e attivato il gene, e l'altro paziente, il gene e vettoriale integrati nella parte del genoma che conteneva un gene noto come CCND2 ed attivati ​​questo gene .

In entrambi i neonati, altre mutazioni genetiche non causati dalla terapia genica contribuito allo sviluppo della leucemia e queste mutazioni erano molto simili a quelli osservati nel paziente trattato in London (attivazione del gene NOTCH1, delezione del locus del gene CDKN2A e riarrangiamento del locus SIL-TAL1).

Gli autori di entrambi gli studi sperano che questi dati forniscono informazioni che aiuteranno nella progettazione di futuri protocolli di terapia genica per garantire un'efficacia simile, ma ridotto la tossicità.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha