Perché tutto sembra grigio quando ti senti blu?

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Indipendentemente dalla cultura, la lingua, era, o singolo artista, l'arte sempre rappresentano la depressione con l'oscurità. Le scoperte scientifiche ora prestano sostegno empirico a questa rappresentazione di depressione che tutto sembra grigio quando ci si sente blu.

I ricercatori dell'Università di Friburgo in Germania ha dimostrato in precedenza che le persone affette da depressione hanno difficoltà rilevare le differenze di contrasto in bianco e nero.

La pubblicazione di un nuovo rapporto in Biological Psychiatry, questi scienziati combinati indagini neuropsichiatrici e oftalmologici a concentrarsi sulla risposta della retina a diversi contrasti in bianco e nero. Specificamente, hanno misurato il elettroretinogramma modello, che è come un elettrocardiogramma (ECG) della retina dell'occhio, in pazienti con depressione e individui sani.




Hanno trovato drammaticamente basso guadagno contrasto retina nei pazienti depressi, a prescindere dal fatto che stavano ricevendo farmaci antidepressivi. C'è stata anche una significativa correlazione tra aumento di contrasto e la gravità della depressione, cioè quelli con i più gravi sintomi di depressione ha avuto anche le risposte retiniche più bassi. Il segnale elettrofisiologico della risposta è stata sufficientemente consistente per distinguere i pazienti più depresse dai soggetti sani.

"Questi dati evidenziano le profonde modi che la depressione altera la propria esperienza del mondo", ha commentato il Dr. John Krystal, direttore di Biological Psychiatry. "Il poeta William Cowper ha detto che '' la varietà molto sale della vita ', ma quando la gente è depressa, sono meno in grado di percepire i contrasti nel mondo visivo. Questa perdita sembrerebbe rendere il mondo un posto meno piacevole."

Lead autore Dr. Ludger van Elst Tebartz ha osservato che anche se questi risultati sono forti, hanno ancora bisogno di essere replicati in altri studi. Tuttavia, "questo metodo potrebbe rivelarsi un valido strumento per misurare oggettivamente lo stato personale di depressione, con implicazioni di vasta portata per la ricerca e la diagnosi clinica di una terapia e per la depressione."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha