Pericoli di regime chemioterapico per pazienti affetti da cancro della vescica scoperti da sperimentazione clinica

Marzo 30, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti con carcinoma della vescica muscolo-invasiva spesso beneficiano di chemioterapia prima dell'intervento chirurgico per rimuovere il tumore, ma una prova di un regime da ricercatori Fox Chase Cancer Center è arrestata quando troppe persone hanno sperimentato gravi effetti collaterali come attacchi di cuore e coaguli di sangue nel gambe e polmoni.

Tutti i 31 pazienti inclusi nello studio hanno ricevuto una combinazione di gemcitabina e cisplatino, due farmaci normalmente somministrati per 12 settimane prima dell'intervento chirurgico per rimuovere il tumore. Questo è diventato lo standard di cura, dopo uno studio ha guardato indietro, a posteriori, a loro esperienza con un gruppo di pazienti che avevano già ricevuto i farmaci nell'arco di 12 settimane e ha scoperto che più di un quarto ha visto i loro tumori scompaiono prima dell'intervento chirurgico. Anche se questo è lo standard di cura, nessuno aveva ancora seguito un gruppo di pazienti che assumono questi farmaci fin dall'inizio - conosciuto come uno studio "prospettico" - che è il modo migliore per testare quanto bene gli impianti di trattamento e per scoprire eventuali questioni, ha detto il dottor Plimack.

"E 'importante indagare in modo prospettico, sia l'attività e i potenziali effetti collaterali di questi due farmaci chemioterapici in pazienti con carcinoma della vescica,", ha detto Elizabeth R. Plimack, MD, MS, Assistere Medico del Dipartimento di Oncologia Medica presso Fox Chase Cancer, che ha riportato questi risultati nel corso del 50 ° Meeting Annuale della American Society of Clinical Oncology. "Nei pazienti che possono essere curate di loro tumori, regimi chemioterapici che causano la formazione di coaguli di sangue e altre complicanze possono ritardare o impedire l'intervento chirurgico salvavita."




Nello studio del dottor Plimack, lei ei suoi colleghi ha dato i pazienti gemcitabina e cisplatino per 6 settimane, anziché il solito 12. "Colpire i tumori con la chemioterapia più frequentemente potrebbe essere più efficace, e per i pazienti che non rispondono, a più breve cause di regime meno di un ritardo in chirurgia ", ha detto il dottor Plimack," ed i pazienti spendono meno della loro vita nel trattamento del cancro. "

Ma il dottor Plimack ei suoi colleghi hanno dovuto interrompere la sperimentazione clinica di fase II prima che fosse completata dopo 7 pazienti (23%) hanno gravi eventi cardiovascolari come ictus, attacco cardiaco, e coaguli di sangue potenzialmente mortali nei polmoni o alle gambe.

Anche se gemcitabina è noto per aumentare il rischio di problemi cardiovascolari, lei ei suoi colleghi sono stati "sorpresi" per vedere così molti pazienti sono stati colpiti. E 'possibile che condensa le dosi in sei settimane ha causato problemi, ma non è l'unica spiegazione, ha detto il dottor Plimack. "Due dei più gravi eventi cardiovascolari si sono verificati dopo un trattamento, in modo che il programma di dosaggio non è stato l'unico fattore qui."

Gemcitabina è un farmaco somministrato spesso, quindi è fondamentale che i ricercatori continuano a seguire i pazienti trattati con esso, ha detto il dottor Plimack. "Nel frattempo, i pazienti che hanno preoccupazioni circa la presa gemcitabina dovrebbero consultare i loro medici circa il loro piano individuale."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha