Persone Con esperienze di premorte possono differire in controllo sonno-veglia

Aprile 18, 2016 Admin Salute 0 12
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le persone che hanno avuto esperienze di premorte spesso hanno diversi sistemi di eccitazione che controllano gli stati di sonno-veglia rispetto alle persone che non hanno avuto una esperienza vicino alla morte, secondo un nuovo studio pubblicato nel 11 aprile 2006, numero di Neurology, la rivista scientifica di l'American Academy of Neurology.

Per lo studio, una esperienza vicino alla morte è stata definita come una volta nel corso di un episodio di minaccia per la vita di pericolo, come un incidente d'auto o attacco di cuore quando una persona ha sperimentato una varietà di sentimenti, tra cui un senso di essere al di fuori del proprio corpo fisico, insolito vigilanza, vedendo una luce intensa, e una sensazione di pace.

Lo studio, che è pubblicato nella sezione di Neurologia "Visto e recensioni", a confronto 55 persone con esperienze di morte vicino a 55 persone della stessa età e sesso che non avevano avuto esperienze di premorte.




Lo studio ha trovato che le persone con esperienze di premorte sono più probabilità di avere un sistema di sonno-veglia in cui i confini tra il sonno e la veglia non sono regolati nel modo più chiaro, e lo stato di sonno REM (rapid eye movement) possono penetrare nella normale coscienza vigile. Esempi di questo REM intrusione includono svegliarsi e sentire che non è possibile spostare, con un'improvvisa debolezza muscolare nelle gambe, e l'udito suoni poco prima di addormentarsi o appena dopo il risveglio che gli altri non possono sentire.

Delle persone con esperienze di premorte, il 60 per cento riferito di aver avuto momenti di questo REM intrusione, rispetto al 24 per cento di persone che non avevano avuto esperienze di premorte.

"Questi risultati suggeriscono che l'intrusione dello stato REM contribuisce a esperienze di premorte", ha detto il neurologo e lo studio autore Kevin R. Nelson, MD, FAAN, della University of Kentucky a Lexington. "Le persone che hanno esperienze di premorte possono avere un sistema di eccitazione che li predispone a REM intrusioni."

Nelson ha detto che diversi altri fattori supportano questa ipotesi. Diverse caratteristiche di esperienze di premorte sono anche associati con lo stato REM. Ad esempio, la sensazione di essere al di fuori del proprio corpo è stato associato con lo stato REM e le condizioni di paralisi del sonno, la narcolessia e convulsioni. La sensazione di essere circondati dalla luce potrebbe essere basato sull'attività visiva che si verifica durante lo stato REM, Nelson ha detto. Durante lo stato REM, i muscoli possono perdere il loro tono, o tensione.

"Durante una crisi che si verifica con l'intrusione dello stato REM, questa mancanza di tono muscolare potrebbe rafforzare il senso di una persona di essere morto e dare l'impressione di morte per altre persone", ha detto Nelson.

REM intrusione stato è anche associata ad altri disturbi, tra cui la narcolessia e la malattia di Parkinson.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha