Pesce depressi potrebbero aiutare nella ricerca di nuovi farmaci

Aprile 29, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Lo stress cronico può portare a depressione e ansia negli esseri umani. Gli scienziati che lavorano con Herwig Baier, Direttore presso l'Istituto Max Planck di Neurobiologia a Martinsried, recentemente scoperto un legame molto simile a pesce. Normalmente, il cortisolo, l'ormone dello stress aiuta il pesce, come negli esseri umani, per regolare lo stress. Pesce che mancano il recettore per il cortisolo come risultato di una mutazione genetica esposti costantemente un alto livello di stress. Essi erano in grado di adattarsi ad una situazione nuova e sconosciuta. Il comportamento dei pesci 'tornato normale quando un antidepressivo è stato aggiunto all'acqua. Questi risultati dimostrano un nesso causale diretto tra le variazioni di stress cronico e comportamentali che ricordano la depressione. I risultati potrebbero anche aprire la porta a una ricerca efficace di nuovi farmaci per il trattamento di disturbi psichiatrici.

In situazioni di stress, il corpo rilascia ormoni al fine di pronto sé per una reazione di lotta o fuga. Ma è altrettanto importante per il livello di ormone per tornare alla normale dopo un certo tempo. Se ciò non accade, lo stress cronico può causare, una condizione che è legato alla depressione e ansia, tra le altre cose. Se lo stress è un trigger o semplicemente un effetto collaterale di tali disturbi affettivi rimane poco chiaro.




L'indicazione di una relazione causale tra stress e la depressione viene da ambienti totalmente inaspettati. Un team internazionale guidato da Herwig Baierfrom Max Planck Institute di Neurobiologia in Martinsried e l'Università della California a San Francisco ha osservato che zebrafish soffrono di stress cronico a causa di una mutazione genetica ha mostrato segni di depressione in test comportamentali. Il pesce zebra è un popolare organismo modello per la ricerca biologica e medica. Finora, tuttavia, non è stato oggetto di ricerca evidente per lo studio dei disturbi psichiatrici. Questo potrebbe essere destinato a cambiare.

"Questi pesci mutanti comportava in modo strano quando li abbiamo trasferiti in un nuovo acquario", riferisce Herwig Baier. Tutti gli animali soggetti a stress passando ad un ambiente non familiare. Essere separati dai membri della propria specie mette il pesce sotto pressione aggiunto. Zebrafish inizialmente atto ritirata in questa situazione e nuotare in giro molto titubante nei primi minuti. Ma alla fine, la curiosità prevale, e cominciano a indagare il loro nuovo serbatoio. Tuttavia, il pesce con la mutazione era particolarmente forte reazione all'isolamento, sprofondarono al fondo del serbatoio e alloggiato completamente immobile. Hanno preso un tempo eccezionalmente lungo per abituarsi al nuovo ambiente.

L'analisi di questi pesci "letargico" ha dimostrato che avevano una concentrazione molto elevata di ormoni dello stress cortisolo, CRH e ACTH. "Abbiamo quindi ipotizzato che questi pesci sono stati colpiti da stress cronico e sono stati esibendo alcuni aspetti del comportamento depressivo o forse iper-ansiosa", dice Baier. Per mettere questa ipotesi alla prova, gli scienziati hanno aggiunto l'antidepressivo fluoxetina (commercializzato con il nome commerciale Prozac, tra gli altri) all'acqua. Poco dopo, il comportamento del pesce è tornato alla normalità.

Che cosa ha reso questi pesci così diverso? Gli scienziati hanno scoperto una mutazione del recettore dei glucocorticoidi, che è presente in quasi tutte le cellule del corpo e che lega il cortisolo, l'ormone. Normalmente, quando il cortisolo è associato a questo recettore limita il rilascio dello stress ormoni CRH e ACTH. È questo meccanismo di regolazione che consente esseri umani e molte specie animali far fronte allo stress. Nel tipo di pesce gli scienziati hanno esaminato, tuttavia, il recettore dei glucocorticoidi era in grado di funzionare, e quindi il livello di ormoni dello stress mantenuta elevata.

"Anche se ci sono tutta una serie di farmaci disponibili per la depressione, non si sa ancora quale sia il rapporto tra il loro effetto e gli ormoni dello stress", spiega Herwig Baier. "I nostri risultati forniscono la prima prova di un possibile collegamento." Comprendere le relazioni molecolari e neurobiologiche tra regolazione dello stress e disturbi affettivi è importante nella ricerca di nuove cure e farmaci. Scoperta degli scienziati è quindi anche di interesse per l'industria farmaceutica, dato che il pesce zebra potrebbe rivelarsi un buon organismo modello per uno schermo di grandi dimensioni per i nuovi farmaci.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha