PET determina malignità in potenziali casi di cancro ovarico

Maggio 30, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio presentato al 58 ° Meeting Annuale della SNM può fornire un nuovo strumento per la diagnosi del tumore ovarico maligno stadio. I ricercatori hanno scoperto che la tomografia ad emissione di positroni e la tomografia computerizzata (PET/CT), che immagini cambiamenti sia funzionali e anatomici del corpo, è stato utile per l'imaging preoperatoria del cancro di masse ovariche se utilizzato con un radiofarmaco che è attivamente metabolizzato dalle cellule come combustibile. Pazienti di imaging medici sospettati di avere tumori maligni possono vedere dove le cellule cancerose sono iper-metabolizzare il tracciante e prevedere con precisione se una massa maligna, canceroso ma stabile, o benigna.

"Abbiamo scoperto che la PET/TC di imaging con il radiofarmaco 18F-FDG ci ha fornito informazioni benefica sul palco cancro ovarico che hanno contribuito a ginecologi nella loro pianificazione del trattamento", spiega Majbritt gelo, tecnologo ricerca e autore principale dello studio presso Aalborg Hospital Danmark in Aalborg , Danimarca. "Questa ricerca è importante perché dà ginecologi e oncologi la possibilità di fornire a queste donne il miglior corso possibile di trattamento. Siamo stati anche in grado di trovare tumori supplementari, con conseguente rinvio del paziente al medico specialista del caso."

L'American Cancer Society stima che più di 21.800 donne americane sono stati diagnosticati con cancro ovarico e circa 13.850 donne sono morte a causa della malattia nel 2010.




Questo studio è stato condotto per esplorare PET con un radiofarmaco che combina un isotopo medica basata fluoro con fluorodeossiglucosio (18F-FDG), che imita il glucosio come fonte di energia, per determinare la malignità delle masse annessiali. Questi sono grumi nel tessuto degli annessi, o strutture collegate dell'utero. Più comunemente queste masse influenzano le ovaie e tube di Falloppio, ma possono anche sviluppare all'interno dei tessuti di sostegno. PET con 18F-FDG è stata in grado di accertare se i grumi erano maligni, perché i tessuti tumorali sono molto più metabolicamente attiva rispetto alle cellule normali e questo iperattività presenta come "punti caldi" su scansioni PET.

Ai fini di questa ricerca, 104 pazienti con un'età media di 62 anni che presentano masse annessiali con il potenziale per il cancro ovarico sono stati ripresi utilizzando PET/TC con il radiofarmaco 18F-FDG prima dell'intervento. I risultati delle scansioni sono stati classificati come benigni o maligni e sono stati poi confrontati con i risultati chirurgici. La ricerca preliminare mostra che 18F-FDG PET/CT è stato in grado di rilevare con successo 84 per cento dei tumori benigni e maligni per questi pazienti.

La capacità di rilevare il cancro ovarico espande imaging molecolare ibrida nel campo della ginecologia. Già imaging molecolare è utile per la stadiazione del cancro del collo dell'utero, e continua ricerca potrebbe un giorno aprire la porta per la messa in scena di dell'endometrio e di altri tipi di cancro per le donne.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha