Più la prova che le ritenute trattamenti HIV ha portato a migliaia di morti in Sud Africa

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nonostante la prova inconfutabile che i trattamenti di HIV hanno benefici dimostrati, negazionisti AIDS continuano a negare il loro valore. In un articolo appena pubblicato online di Springer rivista AIDS and Behavior, il professor Myron Essex e il dottor Orgoglio Chigwedere, dalla Harvard School of Public Health Initiative AIDS negli Stati Uniti, fornire la prova supplementare che ritenuta trattamenti HIV con benefici dimostrati ha portato alla morte di 330.000 persone in Sud Africa come il risultato delle politiche negazioniste AIDS.

Essi mostrano anche che il danno non è stata invertita ed evidenziare che quando negazionismo entra prassi della sanità pubblica, come in Sud Africa, le conseguenze sono disastrose.

Negazionisti AIDS confutare che l'HIV causi l'AIDS, che i farmaci antiretrovirali sono utili, e infine, che milioni di persone in tutto il mondo sono morte di AIDS. Negazionisti AIDS rappresentano un movimento in crescita che ha una notevole visibilità su Internet. Nonostante il loro parere, si stima che dal 2000 al 2005, almeno 330.000 sudafricani sono morti prematuramente e 35.000 bambini sono stati infettati con l'HIV a seguito della decisione dell'ex presidente Thabo Mbeki a trattenere farmaci antiretrovirali, sulla base di consigli da negazionisti AIDS americani.




Nel loro documento stimolante, Essex e Chigwedere rivedere i potenti effetti dei trattamenti di HIV e delle loro opportunità mancate in Sud Africa. Rispondono persuasivo agli argomenti negazioniste AIDS con solide prove scientifiche. Essi illustrano anche le implicazioni fondamentali del rapporto tra negazionismo AIDS e la pratica della sanità pubblica, con il Sud Africa come esempio. Infine, essi sostengono di responsabilità per le violazioni dei diritti umani e la perdita di centinaia di migliaia di vite umane, come pure la necessità di riformare la pratica della sanità pubblica per includere norme e responsabilità.

Gli autori concludono: "C'è bisogno di onestà e la revisione tra pari in situazioni che impattano la politica di sanità pubblica Quando AIDS negazionismo entra prassi della sanità pubblica, le conseguenze sono tragiche le conseguenze cominciano a scienza onesta, ma si estendono al bisogno di responsabilità e,.. forse, la riforma della salute pubblica. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha