Più Obesità Blues: le persone obese sono più a rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer, secondo uno studio

Giugno 4, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'obesità è su tutte le furie, con l'Organizzazione Mondiale della Sanità ancoraggio i numeri a più di 300 milioni in tutto il mondo, con un miliardo di più in sovrappeso. Con l'obesità arriva l'aumento del rischio di malattie cardiovascolari, diabete di tipo II, e l'ipertensione.

Ora arriva la notizia più scoraggiante. Nell'attuale edizione online della rivista Human Brain Mapping, Paul Thompson, autore senior e un professore di UCLA di neurologia, e autore principale Cyrus Raji A., uno studente di medicina presso l'Università di Pittsburgh School of Medicine, e colleghi hanno confrontato il cervello di persone che erano obesi, sovrappeso, e di peso normale, per vedere se avevano differenze nella struttura del cervello; cioè, hanno fatto il loro cervello sembrano altrettanto sana.

Essi hanno scoperto che le persone obese aveva tessuto cerebrale dell'8 per cento in meno rispetto alle persone con peso normale, mentre le persone in sovrappeso avevano il 4 per cento meno tessuto. Secondo Thompson, che è anche un membro del Laboratorio di Neuro Imaging di UCLA, questa è la prima volta che qualcuno ha stabilito un legame tra il sovrappeso e avere ciò che egli descrive come "gravi degenerazione del cervello."




"Questa è una grande perdita di tessuto e si consuma vostre riserve cognitive, che li mette a rischio molto maggiore di Alzheimer e altre malattie che attaccano il cervello", ha detto Thompson. "Ma è possibile ridurre notevolmente il rischio per l'Alzheimer, se si può mangiare sano e mantenere il peso sotto controllo."

I ricercatori hanno usato immagini del cervello da un precedente studio chiamato Health Study Cognition Study Cardiovascular. Scansioni sono state selezionate 94 persone anziane nel loro 70s che erano in buona salute non cognitivo alterato-cinque anni dopo la scansione è stata presa. Per definire le categorie di peso, hanno usato l'indice di massa corporea (BMI), la misura più utilizzata per l'obesità. Persone di peso normale sono stati definiti come avere un BMI tra 18,5-25; persone in sovrappeso tra i 25-30, e le persone obese superiori a 30. I ricercatori hanno quindi convertite le scansioni in dettagliate immagini tridimensionali utilizzando basati tensore-morfometria, un metodo di neuroimaging che offre la mappatura ad alta risoluzione delle differenze anatomiche nel cervello.

Nel guardare sia la materia grigia e materia bianca del cervello, hanno scoperto che le persone definite come obesi avevano perso tessuto cerebrale nei lobi frontali e temporali, le aree del cervello fondamentale per la pianificazione e la memoria, e il giro cingolato anteriore (attenzione e funzioni esecutive), ippocampo (memoria a lungo termine) e gangli della base (movimento). Le persone in sovrappeso hanno mostrato la perdita di cervello nei gangli basali, la corona radiata, sostanza bianca composto da assoni, e il lobo parietale (lobi sensoriale).

"Il cervello delle persone obese guardavano 16 anni più vecchio di cervello di coloro che erano magri, e nelle persone in sovrappeso guardarono otto anni più", dice Thompson.

"Sembra che con un aumento del rischio di problemi di salute come il diabete di tipo 2 e malattie cardiache, l'obesità è un male per il vostro cervello: abbiamo collegato al restringimento delle aree cerebrali che sono anche bersaglio di Alzheimer", ha detto Raji di Pittsburgh. "Ma che potrebbe significare l'esercizio, mangiare bene e mantenere il peso sotto controllo può mantenere la salute del cervello con l'età e, potenzialmente, ridurre il rischio di Alzheimer e altre forme di demenza."

La ricerca è stata finanziata dal National Institute on Aging, Istituto Nazionale di Biomedical Imaging e Bioingegneria, Centro nazionale per le risorse di ricerca, e l'American Heart Association. Altri autori inclusi aprile J. Ho, Neelroop N. Parikshak, Xue Hua, Alex D. Leow, Arthur W. Toga, tutti UCLA, e James T. Becker, Oscar L. Lopez, e Lewis H. Kuller, tutti Pittsburgh .

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha