Pionieri nella lotta contro 'The Big One': terapia Proton per il cancro del polmone

Marzo 17, 2016 Admin Salute 0 14
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il cancro al polmone è il killer numero uno del cancro negli Stati Uniti, causando più morti che i prossimi tre tumori più comuni - colon, della mammella e della prostata - combinato. In tutto il mondo, il cancro del polmone rappresenta 1,3 milioni di morti ogni anno. Si stima che circa 10,3 miliardi dollari all'anno vengono spesi negli Stati Uniti il ​​trattamento del cancro del polmone solo, ma quelli con diagnosi di questa malattia avere solo un 15 per cento di sopravvivenza rate.1

I medici presso l'Università del Texas MD Anderson Proton Therapy Center sono leader nella ricerca e il trattamento del cancro del polmone e pionieri nello sviluppo di terapia protonica per i malati di cancro del polmone. Con la sua guida avanzata delle immagini e la capacità di indirizzare con precisione i tumori nei polmoni, il potente radiazione di protoni può essere fornito con una precisione ottimale - sparing strutture vicine critici, come l'esofago, cuore e del midollo spinale. Poiché il tumore può essere trattato con una dose maggiore di radiazioni, i benefici possono includere un migliore controllo locale della malattia, tassi di sopravvivenza più elevati e una migliore qualità della vita.

"MD Anderson è in prima linea dei trattamenti per il cancro del polmone più avanzati disponibili. E 'parte della nostra missione di sensibilizzazione di terapia protonica come potenziale opzione per le persone in lotta per la propria vita", spiega James D. Cox, MD, ex capo di Radioterapia Oncologica presso MD Anderson. "Quando la Proton Therapy Center è stato istituito nel 2006, per esempio, è stata la prima per il trattamento del cancro del polmone con protoni e la chemioterapia."




Proton Therapy al MD Anderson

Circa 15 al 20 per cento dei pazienti affetti da cancro del polmone hanno tumori che possono essere trattati con la chirurgia in combinazione con altre terapie come le radiazioni. Un altro 30 al 50 per cento dei pazienti hanno localmente avanzato tumori che necessitano di un regime di trattamento combinato che include la chemioterapia o terapia mirata in aggiunta alla radioterapia. Tuttavia, è difficile per fornire una dose adeguata di radiazioni per un tumore risparmiando tessuti normali circostanti.

Vantaggio di terapia protonica per molti malati di cancro del polmone si basa su questa caratteristica. Inoltre, riducendo al minimo l'esposizione dei tessuti normali, trattamento protonica può anche ridurre alcuni degli effetti collaterali delle radiazioni tradizionale e aiutare i pazienti a mantenere una buona qualità della vita.

La terapia Proton è attualmente disponibile a soli 11 centri in Nord America (13 centri sono in fase di sviluppo). MD Anderson ha uno dei più grandi e tecnicamente avanzati centri nel mondo. Il piede 96.000 metri quadrati Proton Therapy Center - il primo centro di protoni al mondo all'interno di un centro globale di cancro - offre una gamma di opzioni di trattamento protone. Questi includono matita terapia fascio di protoni, una forma altamente precisa di radiazione protonica noto anche come fascio di scansione, e la terapia protonica intensità modulata (IMPT) - la forma più avanzata di radiazione protonica. Per i pazienti con cancro del polmone ricorrenti, che hanno già ricevuto piene dosi di radiazioni tradizionale, fascio matita e terapie intensità modulata può inoltre limitare o eliminare la radiazione di aree sensibili.

La Proton Therapy Center tratta di ben 900 pazienti ogni anno. Quasi 5.000 pazienti sono stati trattati fino ad oggi, pari al 15 per cento del numero totale di pazienti che hanno ricevuto un trattamento di protoni a livello nazionale. Circa 1.000 di questi pazienti sono stati trattati per il cancro al polmone. I migliori candidati di cancro al polmone per le radiazioni di protoni sono quelli il cui tumore è localizzato al petto e non può essere rimosso chirurgicamente, osserva Cox.

"Stiamo solo iniziando a vedere i potenziali benefici della terapia protonica e come andare avanti sembra sempre più come un eccellente modalità di trattamento", dice Anne S. Tsao, MD, professore associato in Toracica/Cervico Oncologia Medica. "Come si impara di più e raccogliere le prove di questi benefici, terapia protonica sarà probabilmente esteso ad una popolazione più ampia pazienti."

Ricerca

La Proton Therapy Center sta avanzando la scienza della terapia protonica, fornendo risposte alle lacune nelle conoscenze critiche, confermando l'efficacia della terapia protonica e valutare il suo utilizzo in combinazione con la chemioterapia, terapie mirate molecolari e radioterapia convenzionale.

Ogni paziente trattato presso il Proton Therapy Center viene offerta la possibilità di partecipare ad uno dei più di 25 protocolli clinici, che consentono la cattura, analisi e reporting dei risultati di trattamento relative alla tossicità per i tessuti, ottimizzazione della dose, e la qualità della vita.

Pazienti affetti da cancro del polmone, per esempio, possono partecipare in uno studio randomizzato studio clinico di fase II a confronto terapia ad alte dosi tradizionale intensità modulata (IMRT) con la terapia protonica ad alte dosi. Ricercatori MD Anderson stanno anche studiando settori quali risultati a lungo termine per i pazienti con cancro del polmone localmente avanzato trattati con terapia protonica e di sopravvivenza tra i pazienti tassi protonica polmone rispetto a quelli trattati con radiazioni e chemioterapia tradizionale.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha