Pitt ricercatori Trova Uomini e donne hanno differenti geni dietro Depressione

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

PITTSBURGH, 28 Marzo - I ricercatori dell'Università di Pittsburgh hanno trovato prove che gli uomini e le donne hanno differenti geni che ancorano le radici della depressione, una rivelazione che potrebbe avere un grande impatto sul modo in cui i medici trattano i pazienti in futuro.

I ricercatori sono i primi a riportare i risultati di una ricerca sistematica di regioni cromosomiche che ospitano i geni che influenzano la suscettibilità alla depressione grave, la seconda causa di disabilità in tutto il mondo. I loro risultati saranno pubblicati in aprile American Journal of Medical Genetics, ma sono state inviate oggi sul sito Web della rivista.

"Avevamo il sospetto c'erano almeno un paio di diversi geni coinvolti nel rendere le donne e gli uomini sensibili a depressione maggiore," ha detto l'autore George S. Zubenko, MD, Ph.D., professore di psichiatria presso l'Università di Pittsburgh School of Medicine e professore di scienze biologiche presso la Carnegie Mellon University. "I risultati di questo studio suggeriscono che i geni specifici del sesso per la depressione maggiore ricorrente può effettivamente essere la regola piuttosto che l'eccezione."




Per lo studio, finanziato dal National Institute of Mental Health, Dr. Zubenko ed i suoi colleghi hanno confrontato i marcatori genetici da 100 uomini e donne con ricorrenti, disturbo depressivo maggiore ad esordio precoce (RE-MDD) e 100 persone senza storia di questo disturbo , per scoprire quali regioni cromosomiche sono stati associati con la malattia. RE-MDD è una grave forma di depressione clinica che corre nelle famiglie e ostacola la durata di salute e la vita dei membri della famiglia.

Su 19 regioni cromosomiche che sono stati associati con lo sviluppo di RE-MDD, 16 sono risultati significativamente associati con la malattia in uomini o donne - ma non entrambi.

Secondo il dottor Zubenko, questi risultati suggeriscono differenze importanti basi molecolari della depressione clinica in uomini e donne, o le differenze sesso-specifici che determinano la resistenza agli eventi stressanti. Questi fattori genetici possono anche contribuire a differenze nei sintomi della depressione clinica negli uomini e nelle donne, differenziale risposte al trattamento, e lo sviluppo di disturbi psichiatrici aggiuntive come disturbi d'ansia, alcolismo, e di altre sostanze che spesso accompagnano la depressione maggiore e girano in le stesse famiglie.

Secondo il Dr. Zubenko, questa ricerca può fornire un importante passo verso il cambiamento del modo in cui i medici a diagnosticare e trattare la depressione - una malattia che colpisce quasi il 10 per cento della popolazione.

"Studi come questo ci stanno fornendo una migliore comprensione della biologia di malattie complesse come la depressione maggiore, che è improbabile che rappresentare una singola malattia con una causa unitaria," ha detto il dottor Zubenko. Sforzi "Invece, la depressione clinica è probabilmente più come l'anemia. Entrambi questi disturbi sono definiti da un insieme di caratteristiche cliniche che derivano da cause diverse in persone diverse. Trattamento o la prevenzione sono solitamente più successo quando sono mirate alle cause specifiche di un disturbo. "

Ulteriori progressi nella diagnosi e nel trattamento della depressione clinica che derivano da questi risultati probabilmente procedere lungo diverse strade, secondo il dottor Zubenko. "Sarà importante per noi e per gli altri per confermare i nostri risultati con metodi genetici complementari e le popolazioni indipendenti. Questa sarà seguita da intensi sforzi di molti ricercatori per identificare i geni di suscettibilità delle regioni cromosomiche che sono confermati. L'identificazione e la caratterizzazione di questi geni e dei loro prodotti forniranno nuove opportunità di sviluppo dei farmaci e la prevenzione delle malattie, e nuove informazioni sulla biologia di umore e la sua regolazione ", ha detto il dottor Zubenko.

Dr. Zubenko ha spiegato che questi sviluppi siano tempo e risorse, e che sarebbe stato improbabile per i risultati di questo filone di ricerca di influenzare la cura clinica in meno di un decennio. Tuttavia, altre applicazioni potrebbero avere importanti implicazioni per il futuro più vicino.

"Marker di genotipizzazione nelle regioni cromosomiche che ospitano geni di suscettibilità possono fornire i progressi più immediati nel trattamento della depressione maggiore. Ad esempio, gli individui con particolari marcatori genetici in queste regioni potrebbero rispondere meglio a particolari trattamenti attuali di altri. Questa strategia può consentire ai medici di usare marcatori genetici per abbinare meglio singoli pazienti ai trattamenti a cui si intende rispondere in modo ottimale, riducendo al minimo gli effetti collaterali ", ha detto il dottor Zubenko. "Nella pratica corrente, la scelta di un particolare antidepressivo per un paziente è in gran parte un colpo o proposizione perdere che spesso porta a più prove farmaco prima delle competenze depressione. Effetti collaterali sono comuni e possono essere debilitanti."

Altri ricercatori sono Hugh B. Hughes III, MS; J. Scott Stiffler, B.S .; Wendy N. Zubenko, Ed.D., RN, CS, tutta l'Università di Pittsburgh, e Barry B. Kaplan, Ph.D., Università di Pittsburgh e Laboratorio di Biologia Molecolare, Istituto Nazionale di Salute Mentale.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha