Pochi chirurghi cancro al seno seguono qualità degli standard di cura, secondo uno studio

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Pratiche maggior parte dei chirurghi di cancro al seno "non seguono gli standard associati con la migliore qualità delle cure, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori presso l'Università del Michigan Comprehensive Cancer Center. Tali norme comprendono la consultazione con altri specialisti e di fornire risorse e formazione per aiutare i pazienti a prendere decisioni di trattamento.

"Nonostante il mantra per multidisciplinare processo decisionale e l'assunzione di cure per i pazienti, i chirurghi nella comunità riportano relativamente poco di che nelle loro pratiche," dice l'autore principale dello studio Steven J. Katz, MD, MPH, professore di medicina interna presso l'UM Medical School e docente di gestione e di politica sanitaria presso la Scuola UM of Public Health.

I ricercatori hanno esaminato 318 chirurghi che hanno curato i malati di cancro al seno nelle aree metropolitane di Detroit e Los Angeles. I chirurghi sono stati invitati sui processi e sui servizi disponibili nella loro pratica, tra cui:




  • Consulenza con oncologi medici, oncologi e chirurghi plastici
  • Raccolta o rivedere biopsie o mammografie
  • Offrendo video educazione del paziente o presentazioni
  • Collegamento pazienti con i coetanei, ad esempio attraverso gruppi di sostegno

Le misure sono state sviluppate dai ricercatori sulla base di standard accettati in altre aree di cura cronica. I risultati dello studio appaiono nel numero di gennaio di cure mediche.

Circa un quarto a un terzo dei chirurghi ha riferito di aver discusso i piani di trattamento di routine dei pazienti con medici oncologi o radiazioni. Solo il 13 per cento regolarmente consultato con un chirurgo plastico. Circa un terzo dei chirurghi ha detto loro pazienti di solito partecipano ad attività di supporto decisionale del paziente, come ad esempio la visualizzazione di un video o di materiali basati sul Web o per partecipare a programmi di sostegno tra pari.

I chirurghi che hanno curato i malati di cancro al seno per lo più sono stati più propensi a riferire tali servizi, rispetto ai chirurghi che hanno visto un numero inferiore di pazienti con cancro mammario. Ma lo stato di un programma con il National Cancer Institute e l'American College of Surgeons non corrispondeva con la riunione di più la qualità delle misure di assistenza.

"Entrambi i medici non sono convinti importa questi elementi, o non ci sono vincoli logistici in termini di costruzione di queste norme nelle loro pratiche. Quali sono le implicazioni per i pazienti è sconosciuta. Questi risultati suggeriscono pazienti potrebbero trovare una pratica più integrato tra i chirurghi con un volume più alto. Ma noi non sappiamo se quello che conta per quanto riguarda il processo decisionale del paziente, la qualità della vita e la soddisfazione ", dice Katz, che è anche co-direttore del programma socio-comportamentale presso l'UM Comprehensive Cancer Center.

Statistiche cancro al seno: 194.280 americani saranno con diagnosi di cancro al seno di quest'anno e 40.610 moriranno dalla malattia, secondo l'American Cancer Society

Ulteriori autori sono Sarah T. Hawley, Ph.D., Jennifer J. Griggs, MD, MPH; e Reshma Jagsi, M.D., D. Phil .; Christopher R. Friese, R.N., Ph.D .; e Timothy P. Hofer, M.D., M.S.C., il tutto da U-M; Monica Morrow, MD, Memorial Sloan-Kettering Cancer Center; Ann S. Hamilton, Ph.D., University of Southern California; e John J. Graff, Ph.D., Karmanos Cancer Institute

Il finanziamento è stato fornito dal National Cancer Institute.


(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha