Polli che non trasmettono l'influenza aviaria sviluppato geneticamente modificati; Breakthrough potrebbe prevenire future epidemie di influenza aviaria

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno sviluppato con successo geneticamente modificati (transgenici) polli che non trasmettono il virus dell'influenza aviaria ad altri polli con cui sono in contatto. Questa modificazione genetica ha il potenziale per fermare uccelli focolai di influenza diffusione all'interno allevamenti di pollame. Ciò non solo di proteggere la salute dei volatili domestici, ma potrebbe anche ridurre il rischio di epidemie di influenza aviaria che portano a nuove epidemie di virus influenzale nella popolazione umana.

Lo studio, finanziato dalla Biotecnologia e Scienze Biologiche Research Council (BBSRC), è pubblicato sulla rivista Science.




Dr Laurence Tiley, Senior Lecturer in Virologia Molecolare presso l'Università di Cambridge, Dipartimento di Medicina Veterinaria, ha detto: "I polli sono potenziali padroni di bridging che possono permettere nuovi ceppi di influenza da trasmettere all'uomo Prevenire la trasmissione del virus nei polli dovrebbero ridurre l'economica. impatto della malattia e ridurre il rischio per le persone esposte agli uccelli infetti. La modificazione genetica che descriviamo è un primo passo significativo lungo il percorso per lo sviluppo di polli che sono completamente resistenti all'influenza aviaria. Questi uccelli particolari sono destinati esclusivamente a scopi di ricerca , non per il consumo. "

Professor Helen Sang, dal Roslin Institute presso l'Università di Edimburgo, ha detto: "I risultati ottenuti in questo studio sono molto incoraggianti. Utilizzando modificazione genetica di introdurre modifiche genetiche che non possono essere raggiunti da allevamento animale dimostra il potenziale di GM per migliorare il benessere degli animali nel settore avicolo. Questo lavoro potrebbe anche costituire la base per migliorare la sicurezza economica e alimentare in molte regioni del mondo in cui l'influenza aviaria è un problema significativo. "

Per produrre questi polli, gli scienziati di Cambridge e di Edimburgo hanno introdotto un nuovo gene che produce una piccola molecola "decoy" che simula un elemento di controllo importante del virus dell'influenza aviaria. Il meccanismo di replicazione del virus è indotto a riconoscere molecola richiamo invece del genoma virale e ciò interferisce con il ciclo di replicazione del virus.

Quando i polli transgenici sono stati infettati con l'influenza aviaria, sono diventati malati, ma non trasmettono l'infezione ad altri polli tenuti nella stessa penna con loro. Questo è stato il caso, anche se gli altri polli erano normali (non transgenici) uccelli.

Dr Tiley ha continuato, "I imita esca una parte essenziale del genoma del virus influenzale che è identico per tutti i ceppi di influenza A. Ci aspettiamo che il richiamo a lavorare contro tutti i ceppi di influenza aviaria e che il virus avrà difficoltà ad evolvere per sfuggire gli effetti del richiamo. Questo è molto diverso da vaccini influenzali convenzionali, che devono essere aggiornati a fronte dell'evoluzione dei virus in quanto tendono solo a proteggere contro strettamente corrispondenti ceppi di virus e non sempre prevenire la diffusione all'interno di un gregge. "

Il professor Douglas Kell, BBSRC Chief Executive, ha detto: "Le malattie infettive degli animali rappresentano una grave minaccia per la sicurezza alimentare globale e il potenziale di agenti patogeni, come l'influenza aviaria, di saltare per gli esseri umani e diventare pandemico è stato identificato dal Governo come top livello di rischio la sicurezza nazionale. La ricerca di fondi di livello mondiale BBSRC per aiutare a proteggere il Regno Unito da tali eventualità e l'attuale approccio fornisce un interessante esempio di nuovi approcci per la produzione di pollame resistenti alle malattie ".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha