Polmonite infezione più comune dopo l'intervento al cuore

Maggio 13, 2016 Admin Salute 0 1585
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Polmonite - non una profonda incisione infezioni del sito chirurgico - è la grave infezione più comune dopo intervento chirurgico al cuore, secondo una nuova ricerca presentata al l'American Heart Association Scientific Sessions 2011.

Lo studio ha anche rivelato che la maggior parte delle infezioni si verificano circa due settimane dopo l'intervento, non uno settimana, come i medici pensavano in precedenza.

"Non è quello che ci aspettavamo di trovare," ha detto Michael A. Acker, MD, ricercatore principale dello studio e professore e direttore di chirurgia cardiovascolare presso la University of Pennsylvania Medical Center di Philadelphia, Pa.




In 12247 astratto, i ricercatori hanno analizzato più di 5.100 pazienti in un registro intervento al cuore. I pazienti, di età media 64 anni, sono stati trattati in nove degli Stati Uniti centri medici accademici e un centro canadese. Il tempo mediano di infezione maggiore era 14 giorni dopo operazioni al cuore. Quaranta-tre per cento di tutte le principali infezioni si è verificato dopo la dimissione dall'ospedale.

"La metà di questi pazienti non ha avuto evidenza di infezione prima di essere dimessi dall'ospedale," Acker ha detto. "Poi hanno dovuto tornare a causa della nuova infezione. Una implicazione è che i pazienti devono essere seguiti più da vicino dopo la dimissione".

In questo studio, che ha escluso i pazienti che sono stati infettati prima dell'intervento chirurgico, i ricercatori hanno trovato 761 infezioni: 300 sono stati classificati come infezioni gravi (si verificano in 6 per cento dei pazienti) e 461 erano minori (in 8,1 per cento dei pazienti). Tra i principali infezioni:

  • Polmonite, infezione dei polmoni, si è verificato nel 2,4 per cento di tutti i pazienti.
  • Colite da C. difficile, un'infezione intestinale, si è verificato nel 1,0 per cento.
  • Infezioni del sangue si è verificato in 1.1 per cento.
  • Profonda incisione infezioni del sito chirurgico si è verificato in 0.5 per cento.

Infezioni minori inclusi vie urinarie e infezioni superficiali sito di incisione.

Le procedure più comunemente eseguite sono stati isolati impianto di bypass coronarico e aortica

e interventi chirurgici valvola mitrale. Seventy-four per cento erano chirurgia elettiva e il 26 per cento sono stati interventi chirurgici non elettive o di emergenza.

Diversi fattori di rischio sembra aumentare il rischio di sviluppare infezioni, tra cui insufficienza cardiaca congestizia, ipertensione, malattie polmonari croniche, uso di corticosteroidi prima dell'intervento, e la durata del tempo di bypass cardiopolmonare.

"Nel prossimo livello di analisi, l'attenzione sarà concentrata sulle differenze di cura, dai tipi di medicazioni, i tipi di antibiotici, e dei tipi di preparazioni chirurgiche, per mostrare ciò che i processi di cura sono associati con una diminuzione dell'incidenza di infezioni," Acker ha detto. "Il registro ci permetterà di modificare le nostre best practice per la gestione delle infezioni post-operatorie."

Co-autori sono Michael Argenziano, M.D .; John D. Puskas, M.D., M.Sc .; T. Bruce Ferguson, M.D .; Annetine C. Gelijns, Ph.D .; Keith Horvath, M.D .; Marissa A. Miller, DVM, MPH; Stacey Welsh, R.N .; Ellen Moquete, R.N .; Kevin N. Su, B.S. Alan Weinberg, M.S .; Alan J. Moskowitz, M.D .; Patrick T. O'Gara, MD e Eugene H. Blackstone, MD

Il National Heart, Lung, and Blood Institute, Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke e canadesi Institutes of Health Research finanziato lo studio.

Preparazione della pelle riduce infezioni cardiache dispositivo impiantabile

In un altro studio (10041 abstract), preparati speciali per la pelle per 3.700 pazienti hanno ridotto significativamente le infezioni da dispositivi elettronici impiantabili cardiaci.

I ricercatori di un ospedale di Milwaukee lavato la pelle dei pazienti con una speciale soluzione antibatterica la sera prima e la mattina della procedura. Sono inclusi anche un tempo di asciugatura di tre minuti rigoroso per la preparazione chirurgica della pelle. Questi passaggi sono diminuiti i tassi di infezione degli impianti dal 1 per cento al 0,24 per cento a un anno dopo il posizionamento dell'impianto.

Più infezioni batteriche stafilococco si verificano dopo le procedure di impianto, ha detto Renee Koeberl, RN, MSN, autore principale dello studio.

Co-autori sono Mohamed S. Rahman, M.D .; Rachel Pedersen, B.A .; Jasbir Sra, M.D .; Masood Akhtar, M.D. e M. Eyman Mortada, M.D

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha