Ponteggi proteine ​​favorisce la crescita, le metastasi del cancro ovarico epiteliale

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori del Fox Chase Cancer Center hanno dimostrato che NEDD9, una proteina responsabile della regolazione ponteggio vie di segnalazione nelle cellule, promuove la crescita e la diffusione del cancro ovarico epiteliale.

Precedenti studi hanno dimostrato l'importanza della proteina nella invasione tumorale e la diffusione di alcuni linfomi e di molti tipi di tumori solidi, tra cui il melanoma, neuroblastoma, e il cancro al seno, ma il suo ruolo nei tumori ginecologici è stato poco compreso. I nuovi dati, che verranno presentate per Domenica 6 aprile al AACR Annual Meeting 2014, suggeriscono la proteina si attiva noto vie di segnalazione oncogeni nelle cellule tumorali, favorendo metastasi.

"Espressione NEDD9 è di solito associata con metastasi", spiega l'autore Rashid Gabbasov, uno studente laureato in Developmental Therapeutics Research Program del Fox Chase e ricercatore nel laboratorio di Fox Chase Professore Associato Denise C. Connolly, PhD. "Abbiamo dimostrato in due modelli murini che l'espressione della proteina probabilmente svolge un ruolo importante sia nello sviluppo iniziale del cancro ovarico e tumore diffusione."




Perché manca attività catalitica che potrebbe essere inibito, NEDD9 (cellule precursori neurali espresso, evolutivamente downregulated 9) si è improbabile che sia un candidato adatto per la terapia mirata, dice Gabbasov, e perché non è presente nel sangue può non essere adatto per diagnosi del cancro ovarico. Tuttavia, poiché la proteina serve come una molecola impalcatura per altre proteine ​​di segnalazione che svolgono un ruolo significativo nello sviluppo del cancro ed è importante in molti pathway molecolari, può informare future indagini della biologia del cancro ovarico in campioni tumorali umane. I ricercatori possono studiare percorsi a valle della proteina che sono attivi nel carcinoma ovarico per identificare quelli che possono essere utilizzati come potenziali biomarcatori diagnostici o terapeutici.

Cancro ovarico epiteliale è diagnosticata in più di 22.000 donne ogni anno. La malattia uccide circa 14.000, secondo l'American Cancer Society. E 'la quinta causa di morte per cancro nelle donne e uno dei tumori ginecologici più comuni. Nella maggior parte dei pazienti, la malattia è già metastatizzato al momento della diagnosi.

Connolly, la cui ricerca si concentra sulla comprensione delle basi molecolari del cancro ovarico epiteliale, dice lei ei suoi colleghi si interessò NEDD9 dopo aver appreso il suo ruolo in altri tipi di tumore. La proteina è stato scoperto nel 1996 da Fox Chase professor Erica A. Golemis, PhD, co-leader del Developmental Therapeutics Research Program del Centro e un co-autore dello studio il cancro ovarico.

Proteine ​​come il controllo NEDD9 e regolare i meccanismi di segnalazione tra la superficie e l'interno di una cella.

"Al momento la nostra ricerca è iniziata, abbiamo visto un rapporto precoce suggerendo che espressione NEDD9 alto livello è stato parte di una firma genetica relativa a stadio avanzato di cancro ovarico", spiega Connolly, autore senior dello studio.

Per studiare il ruolo della proteina nel carcinoma ovarico epiteliale, Gabbasov ed i suoi colleghi hanno confrontato la crescita tumorale in due gruppi di topi allevati per sviluppare spontaneamente tumori ovarici. Mice in un gruppo mancava NEDD9, e topi dell'altro gruppo espresso la proteina. Utilizzando la risonanza magnetica, i ricercatori hanno osservato lo sviluppo del tumore ritardo nei topi NEDD9 nullo, rispetto ai topi che esprimevano NEDD9. Analisi di tessuto tumorale ha mostrato una maggiore attività in diverse vie di segnalazione oncogeni noti nei topi che esprimono la proteina.

"Quando abbiamo confrontato l'espressione genica in questi tumori, siamo stati in grado di vedere come NEDD9 impoverimento interessa davvero l'espressione genica globale", dice Gabbasov. "E 'davvero influisce numerosi geni, e cercheremo di perseguire questi prodotti genici per capire meglio il ruolo di NEDD9."

Connolly dice che anche se questo studio ha esaminato il cancro ovarico nei topi, alcuni dei geni che ha trasformato nella analisi di espressione genica può essere ulteriormente valutata in linee cellulari umane e di tumori. "Vogliamo fare in modo che stiamo studiando qualcosa che non è solo importante in topi, ma ci può anche dare indizi su tumori umani."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha