Posizione di sonno del bambino è il fattore importante nel 'piatto di testa'

Aprile 26, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Posizione di sonno di un bambino è il miglior predittore di una condizione teschio deforme nota come plagiocefalia deformante - o lo sviluppo di macchie piatte sulla testa di un bambino - in base ai risultati riportati da scienziati dell'Arizona State University nel numero di dicembre della rivista Pediatrics.

Analizzando il più grande database ad oggi, più di 20.000 bambini, i ricercatori hanno ASU trovato che il numero di bambini che hanno sviluppato piano di testa è drammaticamente aumentata dal 1992. L'aumento coincide con l'American Academy of Pediatrics lancio di un "Back to sleep" campagna educativa che i genitori consigliato posizionare i loro bambini sulla schiena per ridurre il rischio di sindrome di morte improvvisa del lattante.

"Abbiamo esaminato un certo numero di fattori di rischio, ma il fattore più grande è stata la posizione di sonno del bambino," ha dichiarato Brian Verrelli, un assistente professore nella Scuola di Scienze della Vita di ASU e ricercatore presso il Centro di Genomica Funzionale evolutivi all'Istituto Biodesign.




La condizione è pensato che si verificano quando i bambini passano troppo tempo in una posizione. Il team di ricerca ha scoperto che la posizione del sonno, e in particolare, la posizione della testa, sono legati al piano di testa. I bambini che dormivano sulla loro destra o di sinistra tendevano ad avere sul lato destro e sinistro del lato rugosi, rispettivamente.

Lo studio ha anche riscontrato che i ragazzi sono stati il ​​doppio delle probabilità, come le ragazze ad avere la condizione (un quasi perfetto rapporto di 2 a 1) e anche più comune nei bambini primogeniti, i bambini con basso peso alla nascita, in culatta e posizioni trasversali nel grembo materno, e in nascite multiple, in particolare i gemelli fraterni.

Lo studio è stato progettato per valutare gli effetti statisticamente indipendenti e interagenti di fattori di rischio biologici ed ambientali che portano alla plagiocefalia deformante, nel tentativo di fornire una guida futuro trattamento clinico.

"La dimensione senza precedenti del campione nel nostro studio ci ha permesso di identificare i potenziali fattori, come le condizioni prenatali materna e basso peso alla nascita, che sono stati precedentemente non in studi di coorte più piccoli. Questi altri fattori devono essere esplorati ulteriormente prima di poter cominciare a pezzo insieme l'intero puzzle ", ha detto Jessica Joganic, che era uno studente ASU al momento. Lei è l'autore principale dello studio.

Tuttavia, indipendentemente dei fattori biologici e ambientali, i risultati hanno mostrato che la posizione sonno era il miglior predittore di plagiocefalia deformante, e uno che potrebbe essere affrontato da modificare il comportamento, secondo Verrelli.

La ricerca è stata parte di onori di laurea tesi di Joganic come uno studente in ASU Barrett, il Honors College. Joganic ha conseguito una laurea in antropologia nel 2008 presso la Scuola di evoluzione umana e cambiamento sociale in College ASU of Liberal Arts and Sciences. Attualmente sta perseguendo un dottorato in antropologia fisica alla Washington University di St. Louis.

Collaborando anche nello studio sono stati John Lynch, un biologo evoluzionista ASU, e Timothy Littlefield con cranici Technologies, Inc., a Phoenix, che ha fornito la base di dati di più di 20.000 bambini che sono stati trattati per plagiocefalia deformante tra il 1990 e il 2007.

(0)
(0)
Articolo precedente SEMI ERBA E CANI

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha