Possiamo prevenire il diabete di tipo 1, modificando Nutrizione infantile?

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Entro i prossimi 10 anni lo studio Diabetes Prevention finanziato dall'UE, parte di uno studio internazionale chiamato TRIGR (Trial per ridurre IDDM nel Genetically at Risk), coordinato presso l'Università di Helsinki, in Finlandia, genererà una risposta definitiva alla domanda se precoce modificazione nutrizionale può impedire il diabete di tipo 1 in seguito durante l'infanzia.

Il diabete di tipo 1 è un crescente problema di salute tra i bambini europei. Dati europei indicano che l'incidenza della malattia è aumentato di cinque di sei volte tra i bambini sotto l'età di 15 anni dopo la seconda guerra mondiale, e non ci sono segni che l'aumento di incidenza si mantiene stabile. Il più cospicuo incremento è stato visto tra i bambini sotto l'età di 5 anni.

Lo studio TRIGR è il primo studio mai finalizzato alla prevenzione primaria del diabete di tipo 1. Lo studio è stato progettato per rispondere alla domanda se il latte di mucca proteina escludendo dalla dieta del bambino riduce il rischio di diabete fu-tura. Tutti i soggetti sono seguiti per 10 anni per ottenere le informazioni se le raccomandazioni dietetiche per i bambini ad alto rischio genetico di diabete di tipo 1 devono essere rivisti.




A partire dal maggio del 2002, 76 centri di studio da 15 paesi (Australia, Canada, Repubblica ceca, Estonia, Finlandia, Germania, Ungheria, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, Svezia, Svizzera e Stati Uniti) sono state reclutare famiglie per lo studio. Per essere ammessi al neonato deve avere almeno un membro della famiglia (madre, padre e/o sib) affetti da diabete di tipo 1 e di trasportare un genotipo HLA conferisce un aumentato rischio di diabete di tipo 1. L'obiettivo iniziale di reclutamento 2032 bambini ammissibili è stato raggiunto al be-sgranatura del settembre 2006, ma il gruppo di studio ha deciso di continuare l'assunzione fino alla fine del dicembre 2006 (quando il contributo dell'UE finire) per rendere lo studio ancora più potente statisticamente .

La maggioranza dei partecipanti allo studio (52%) sono stati reclutati in Europa. Il Coordinamento Internazionale Cen-tre (ICC) si trova presso l'Università di Helsinki, Helsinki, Finlandia e l'unità gestione dati (DMU) presso la University of South Florida, Tampa, Florida, USA. Il processo è stato logisticamente una vera sfida sia per la Corte penale internazionale e DMU. DMU è riuscita a stabilire un tempo reale, basato sul web, sistema sicuro, interattivo di gestione dei dati che funziona molto bene. Questo sistema può essere applicato direttamente ai futuri studi internazionali mul-ticentre.

Lo studio TRIGR sta generando una grande quantità di informazioni sulle pratiche allattamento, nutrizione infantile e la crescita nei bambini in diversi paesi. A 2 settimane di età quasi tutti i bambini partecipanti sono stati allattati al seno. Esclusiva allattamento continuato più in Europa che in Nord America. Più di un terzo dei bambini (35%) hanno ricevuto altri cibi oltre al latte materno e/o alimenti per lattanti all'età di 4 mesi, mentre l'OMS raccomanda che il cibo supplementare dovrebbe essere introdotta al più presto entro l'età di 6 mesi. In Europa da introdurre i primi alimenti sono in genere di frutta e verdura, mentre senza glutine cereali sono più comunemente introdotti in America del Nord.

I neonati in Nord Europa (NE) avevano un peso alla nascita superiore, ma una lunghezza alla nascita inferiore rispetto ai bambini in Sud Europa (CSE) centrale e. I bambini NE rimasti più pesanti di quelle da CSE, almeno fino all'età di 18 mesi. I bambini NE erano anche più alti di bambini CSE a partire già dall'età di tre mesi fino all'età di 18 mesi. Crescita accelerata nella prima infanzia è stato identificato come un fattore di rischio per il diabete di tipo 1 in seguito durante l'infanzia. Di conseguenza, il modello di crescita osservata può contribuire alla maggiore incidenza di diabete di tipo 1 in NE rispetto al CSE.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha