Possibile terapia alternativa per gli adulti con asma scarsamente controllato

Aprile 17, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un farmaco comunemente usato per il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) tratta con successo gli adulti la cui asma non è ben controllato su basse dosi di corticosteroidi per via inalatoria, riferito ricercatori supportati dal National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI), parte del National Institutes of Health.

"I risultati di questo studio mostrano che tiotropio bromuro potrebbe fornire un'alternativa ad altri trattamenti di asma, le opzioni disponibili per i pazienti in espansione per il controllo l'asma", ha detto NHLBI Acting Director Susan B. Shurin, MD "L'obiettivo nella gestione dell'asma è quello di prevenire i sintomi per cui i pazienti può svolgere attività al meglio. "

Secondo lo studio, l'aggiunta di tiotropio bromuro a basse dosi di corticosteroidi per via inalatoria è più efficace nel controllare l'asma che raddoppiando corticosteroidi per via inalatoria da sola, ed efficace come l'aggiunta del lunga durata d'azione salmeterolo beta-agonisti. I risultati sono stati pubblicati online il 19 settembre nel New England Journal of Medicine e presentati al Congresso annuale della European Respiratory Society a Barcellona, ​​Spagna.




Aumentando corticosteroidi per via inalatoria o completandole con agonisti a lunga durata d'azione beta come salmeterolo sono le due opzioni di trattamento disponibili preferite per adulti la cui asma è scarsamente controllato su basse dosi di corticosteroidi per via inalatoria. Tuttavia, alte dosi di corticosteroidi non migliorare i sintomi per tutti i pazienti e possono avere effetti collaterali significativi, mentre a lungo che agiscono beta agonisti sono sotto controllo per il rischio di peggioramento dei sintomi di asma che potrebbero risultare in ricovero e, raramente, la morte.

"Tiotropio rilassa la muscolatura liscia delle vie aeree attraverso un meccanismo diverso da quello beta agonisti, e quindi può aiutare le persone che non rispondono bene ai trattamenti attualmente raccomandati", ha detto il piombo studio Stephen Peters, MD, Ph.D., del Wake Forest University Baptist Medical Center, Winston-Salem, NC "Ulteriori analisi dei dati dello studio ci aiuterà a capire meglio quali pazienti rispondono meglio a tiotropio. Poi dovremo condurre studi a lungo termine per stabilire la sicurezza per i pazienti asmatici e di determinare il suo effetto sulla la frequenza e la gravità delle esacerbazioni asmatiche ".

Condotto da Asma Clinical Research Network del NHLBI, lo studio ha confrontato tre metodi di trattamento: il raddoppio della dose di corticosteroidi inalatori da soli, che completa una bassa dose di corticosteroidi per via inalatoria con un agonista beta lunga durata d'azione (salmeterolo), ed integra una bassa dose di corticosteroidi per via inalatoria con una lunga durata d'azione farmaci anticolinergici (tiotropio bromuro). Anticolinergici bloccano una parte del sistema nervoso autonomo che può causare i muscoli delle vie aeree a contrarsi. Lo studio ha seguito 210 adulti la cui asma non è stato ben controllato sulle basse dosi di soli corticosteroidi per via inalatoria. I partecipanti hanno ricevuto ogni trattamento per 14 settimane con due settimane pause tra, per un totale di 48 settimane.

Tiotropio bromuro ha dimostrato di essere efficace con numerose misure di controllo dell'asma, tra cui la funzione dei pazienti giorno per giorno del polmone così come il numero di giorni in cui essi non avevano sintomi di asma e non hanno bisogno di usare i loro inalatori di salvataggio salbutamolo. Quando i pazienti hanno iniziato il processo, il numero medio di questi "giorni di controllo dell'asma" è stato il 77 per anno (estrapolati dal periodo di trattamento). Corticosteroidi Raddoppio dato pazienti altri 19 giorni senza sintomi in media, mentre l'aggiunta di tiotropio ai corticosteroidi a basso dosaggio ha dato loro un altro 48.

"Gran parte della ricerca nel corso dell'ultimo secolo, ha esplorato il ruolo dei meccanismi colinergici [che restringono le vie respiratorie] e terapie anticolinergici nell'asma. Tuttavia, questo è il primo studio per esplorare l'aggiunta di un inalatore anticolinergico a basso dosaggio di corticosteroidi per via inalatoria,", ha detto James Kiley , Ph.D., direttore della Divisione del NHLBI di malattie polmonari. "L'asma Clinical Research Network è progettato per soddisfare esattamente questo tipo di questioni pratiche ed importanti di gestione, con l'obiettivo finale di aiutare i pazienti asmatici."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha