Postoperatoria programma di prevenzione polmonite esaminato in reparto chirurgico

Giugno 21, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un programma di prevenzione polmonite postoperatoria per pazienti del reparto chirurgico in un ospedale della California Veterans Affairs ha abbassato il tasso di caso per la condizione, che può causare complicazioni significative e aumentare il costo delle cure.

La polmonite è un'infezione comune che rappresenta circa il 15 per cento di tutte le infezioni nosocomiali e ben il 3,4 per cento delle complicanze tra i pazienti chirurgici.

Lo studio illustra i risultati (2008-2012) per un programma di prevenzione polmonite postoperatoria per i pazienti che non erano in un ventilatore meccanico in reparto chirurgico dell'ospedale. Il programma di prevenzione ha avuto diversi componenti, tra cui l'istruzione permanente per il personale chirurgico reparto infermieristico sulla prevenzione polmonite, tosse e esercizi di respirazione profonda con spirometro incentivo, igiene orale due volte al giorno con clorexidina, camminare, sedersi a mangiare ed elevata la testa del letto.




Tra il 2008 e il 2012, ci sono stati 18 casi di polmonite postoperatoria tra i 4.099 a rischio i pazienti ricoverati per un tasso di 0,44 per cento caso. Si tratta di una diminuzione del 43,6 per cento dal tasso pre-intervento dell'ospedale di 0,78 per cento. Tassi di polmonite in tutti gli anni erano inferiori al tasso pre-intervento (0,25 per cento, 0,50 per cento, 0,58 per cento, 0,68 per cento e 0,13 per cento nel periodo 2008-2012, rispettivamente).

"Nonostante le limitazioni elencate in precedenza, il nostro studio sostiene l'idea che la riduzione di successo e sostenuta di polmonite nei pazienti post-operatorio richiede misure di performance più e gli sforzi incessanti di miglioramento della qualità standard", i ricercatori hanno notato.

Commento: Prevenire postoperatoria Polmonite

In un commento correlato, Catherine E. Lewis, MD, della University of California, Los Angeles, scrive: "Anche se incoraggiante, questi risultati devono essere interpretati con cautela Il tasso pre-intervento di polmonite era 0,78 per cento nel Veterans Affairs Palo Alto Health. Care System e 2.56 per cento nel ACS-NSQIP [dell'American College of Surgeons Nazionale Quality Improvement Surgical Programma] -. una differenza di 328 per cento che è già di significatività statistica Questa notevolmente basso tasso di polmonite mette in discussione l'adeguatezza di rilevamento e segnalazione di polmonite il loro rione e rende anche la constatazione di una differenza significativa tra il loro post-intervento e ACS-NSQIP rate di un po 'meno conseguenze. "

"Anche se il numero di casi di rione sceso da 13 a 3, il numero di casi di polmonite unità di terapia intensiva nonventilator-associata è aumentata dal 4 al 17, e, quindi, la diminuzione registrata potrebbe essere dovuto alla redistribuzione nella posizione dei pazienti," Lewis continua .

"Una terza preoccupazione è che gli autori non hanno valutato i cambiamenti nella cura del paziente o tecnica chirurgica tali da modificare l'incidenza di polmonite postoperatoria. ... Nonostante queste preoccupazioni, gli autori dovrebbero essere lodati per lo sviluppo e l'attuazione di una misura di miglioramento della qualità volta a diminuendo il tasso di polmonite postoperatoria in una popolazione Veterans Affairs, "Lewis conclude.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha