Potente ricerca anticorpi HIV ha aperto nuove possibilità per l'HIV prevenzione, trattamento

Aprile 8, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La scoperta di come il corpo di una donna di KwaZulu-Natal ha risposto a sua infezione da HIV, rendendo potenti anticorpi (chiamato ampiamente anticorpi neutralizzanti, perché sono in grado di uccidere più ceppi di HIV di tutto il mondo), è stata riportata oggi dal consorzio CAPRISA dell'AIDS ricercatori in collaborazione con scienziati provenienti dagli Stati Uniti.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature descrive come il team di ricerca trovati ed identificati questi anticorpi nel sangue e poi duplicato clonando gli anticorpi in laboratorio. Gli anticorpi clonati sono stati poi utilizzati in una serie di esperimenti in laboratorio per chiarire il percorso seguito dal suo sistema immunitario per rendere questi anticorpi potenti.

I ricercatori sudafricani del consorzio CAPRISA, che include scienziati della Wits University, l'Istituto Nazionale per le malattie infettive (NICD) a Johannesburg, l'Università di KwaZulu-Natal e l'Università di Città del Capo, ha lavorato in collaborazione con partner statunitensi con sede presso l'Vaccine Centro di Ricerca dell'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive, parte del National Institutes of Health, e la Columbia University di New York, per condurre questa ricerca.




"In questa nuova pubblicazione, siamo stati in grado di isolare un anticorpo neutralizzante ampiamente da questo volontario CAPRISA e risalire le sue origini per capire esattamente come è sorto. Ciò potrebbe portare a nuove strategie vaccinali da HIV che sono in grado di stimolare rari precursori di questi protettivo anticorpi ", dice il professor Lynn Morris, dal National Health Service Laboratory presso la Scuola Wits di Patologia che guida il team di ricerca presso il NICD.

Il professor Salim Abdool Karim S., leader del consorzio CAPRISA e presidente del Medical Research Council, ha commentato: "Le nuove conoscenze acquisite con questa donna KwaZulu-Natal in risposte immunitarie contro l'HIV portare speranza per le future strategie di prevenzione e cura dell'HIV. Questa donna , denominato CAPRISA 256 (abbreviato in CAP256), sta facendo bene in terapia antiretrovirale e continua a frequentare la clinica CAPRISA regolarmente. "

Poco più di un anno fa, lo stesso team di ricercatori sudafricani ha riferito su Nature Medicine (anche parte del gruppo Natura di riviste) sulla loro scoperta relativa alle altre due donne KwaZulu-Natal, che un cambiamento nella posizione di una molecola di zucchero la superficie del virus ha portato allo sviluppo di anticorpi ampiamente neutralizzanti contro l'HIV.

Tutte le persone HIV infette rispondono all'HIV facendo anticorpi. Nella maggior parte dei pazienti, questi anticorpi non sono in grado di uccidere una vasta gamma di HIV - questo è descritto come una mancanza di larghezza di neutralizzazione. Tuttavia, in alcune persone infette, che naturalmente fanno gli anticorpi che uccidono (neutralizzano) molti tipi diversi di HIV (ossia sono ampiamente neutralizzanti anticorpi).

"In linea di massima gli anticorpi neutralizzanti hanno alcune caratteristiche insolite", spiega Penny Moore, da Wits University e uno dei lead scienziati sudafricani sullo studio con sede presso l'NICD. "Il rivestimento esterno (envelope) del virus HIV ha un rivestimento di zuccheri che impedisce anticorpi di raggiungere la superficie per neutralizzare il virus. In questo paziente, abbiamo scoperto che i suoi anticorpi avevano 'lunghe braccia", che ha permesso loro di raggiungere attraverso il cappotto zucchero che protegge l'HIV. " In questo studio, i ricercatori hanno scoperto che questi anticorpi hanno avuto il diritto dei lunghe braccia ', in via preliminare. "Abbiamo scoperto che alcuni anticorpi HIV sono nati con" braccia lunghe ", che richiede meno tempo e meno cambi di diventare efficace nell'uccidere HIV", dice Moore.

L'identificazione e la clonazione di successo di questi anticorpi speciali permette ai ricercatori di rendere sufficientemente grandi quantità per ulteriori test, simile al modo in cui un farmaco usato per prevenire o trattare l'HIV potrebbe essere testato. "Il nostro obiettivo è quello di testare questi anticorpi, preferibilmente in combinazione con altri anticorpi ampiamente neutralizzanti, direttamente nei pazienti con infezione da HIV o nei pazienti a rischio di infezione", ha detto Karim. "Ma questo ci vorrà del tempo, come il team sta attualmente pianificando studi su animali, come primo passo.

In linea di massima gli anticorpi neutralizzanti sono stati precedentemente dimostrato di essere efficace nel prevenire e curare l'infezione da HIV negli animali, ma questo non è mai stato prima mostrato negli esseri umani. "Il futuro studi sugli animali e gli esseri umani sono supportati da partnership strategiche Salute innovazione, una unità di l'africano Medical Research Council del Sud, con il finanziamento del Dipartimento di Scienza e Tecnologia.

Il ministro della Scienza e della Tecnologia, il signor Derek Hanekom, ha commentato: "Questo studio mette in evidenza l'importanza dei partenariati scientifici internazionali e il contributo di ricercatori sudafricani a world-class scienza medica Il Dipartimento di Scienza e Tecnologia è lieta di avere fondi apportati per. questa ricerca. Siamo orgogliosi del team di ricerca sudafricano che ha condotto questo studio innovativo e ringraziare i partner degli Stati Uniti per la loro collaborazione e sostegno ".

Il Ministro della Salute, il dottor Aaron Motsoaledi, ha sottolineato: "Dal momento che il Sud Africa ha la più grande onere di infezione da HIV a livello globale, siamo lieti di vedere gli scienziati sudafricani, sotto la guida del professor Abdool Karim, intraprendere questa ricerca per trovare soluzioni che porteranno un FINE per AIDS. Siamo fiduciosi che questa ricerca ci porta un passo più vicino a sviluppare un vaccino contro l'AIDS. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha