Potenziale interruttore di Cancer on-off legato alla epigenetica

Aprile 18, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un team di Boston University School of Medicine (BUSM), i ricercatori hanno proposto che un interruttore "on e off" epigenetica potrebbe essere un meccanismo comune alla base dello sviluppo di diversi tipi di cancro. L'epigenetica è il fenomeno per cui le cellule geneticamente identiche esprimono i loro geni in modo diverso, con conseguente diverse traits.Researchers fisici dalla Boston University Cancer Center ha recentemente pubblicato due articoli su questo anticancro Ricerca e Epigenomics.

Il paradigma attuale stabilisce che il cancro si sviluppa dai cambiamenti ambientali e genetici di cellule progenitrici del cancro. Questi cambiamenti sono il risultato di mutazioni, esposizione a sostanze tossiche o squilibri ormonali.

La progressione del cancro è estremamente complesso, però. Inoltre è noto che le nuove mutazioni e l'attivazione di più geni che causano il cancro si presentano durante lo sviluppo e la progressione del cancro.




"Se crediamo che tutto in natura si verifica in maniera organizzata, allora è logico supporre che lo sviluppo del cancro non può essere disorganizzato come può sembrare", ha detto Sibaji Sarkar, PhD, docente di medicina presso BUSM e gli articoli corrispondenti autore. "Ci dovrebbe essere un meccanismo generale che avvia la progressione del cancro da cellule progenitrici predisposti, che probabilmente coinvolge cambiamenti epigenetici".

L'esistenza di questo interruttore epigenetica è indirettamente confermata dal fatto che i tumori si sviluppano attraverso diverse fasi. Quando le cellule crescono rapidamente durante la progressione del cancro, diventano bloccati nella loro attuale stadio di sviluppo e delle loro caratteristiche cellulari non cambiano. Questa è la ragione per cui ci sono tanti tipi di leucemia - le caratteristiche che un cellulare di leucemia possiede quando comincia a crescere rapidamente ed espandere sono le caratteristiche che manterrà fino alla rapida crescita arresta.

"Se crediamo che tutti i cambiamenti irreversibili, le mutazioni e gli effetti delle sostanze cancerogene rendono le cellule in rapida crescita, allora il meccanismo che permette alle cellule di smettere di crescere e assumere nuovi cambiamenti nel carattere deve essere di grande importanza", ha aggiunto Sarkar. "Lo studio della progressione del cancro è la chiave per capire come le cellule tumorali continuano a differenziare." Durante la progressione del cancro, ci sono diverse fasi di rapida crescita e differenziazione. Il controllo che consente questo interruttore tra la crescita e la differenziazione può essere raggiunto solo attraverso meccanismi reversibili, come i cambiamenti epigenetici.

Sarkar e colleghi hanno già proposto che i cambiamenti epigenetici sono coinvolti nella formazione delle cellule progenitrici del cancro e la progressione del cancro. Essi ritengono anche che i cambiamenti epigenetici hanno la capacità di controllare la rapida crescita e il cambiamento di caratteristiche (diversi gradi/tipi di tumori).

Sarkar confronta le fasi di crescita del cancro per un razzo orbitante nello spazio - cioè che un oggetto all'interno di un'orbita continua a girare un determinato percorso, finché non viene dato un segnale (o combustibile aggiuntivo) il propulsore in un ulteriore orbita. Questo confronto può essere fatto per le cellule progenitrici del cancro e l'epigenetica. Una cellula specifica continua a crescere ad un certo stadio finché non viene dato un segnale - in questo caso, un interruttore epigenetica - che spinge a differenziarsi in una nuova orbita, o cella ulteriormente differenziate.

"Anche se non sono stati scoperti i dettagli specifici del codice epigenetico che regola questi cambiamenti, il fatto che abbiamo una spiegazione possibile per le caratteristiche reversibili e in continua evoluzione per le cellule progenitrici del cancro è molto emozionante", ha detto Sarkar. "I futuri risultati epigenetica sono la chiave per lo sviluppo di farmaci che potrebbe uccidere le cellule progenitrici del cancro per ridurre le cellule tumorali di recidiva del cancro e farmaco-resistenti."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha