Potenziale nuova tecnica per la radioterapia antitumorale potrebbe fornire un'alternativa alla brachiterapia

Marzo 19, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo approccio promettente per il trattamento di tumori solidi con radiazioni è stata molto efficace e minimamente tossico per i tessuti sani in un modello murino di cancro, secondo i dati pubblicati in Cancer Research, una rivista della American Association for Cancer Research.

Alcuni pazienti con tumori solidi, tra cui il cancro alla prostata, sono trattati con una tecnica clinica denominata brachiterapia. Brachiterapia comporta l'impianto chirurgico di radioattivi "semi" all'interno del tumore di un paziente per esporre le cellule tumorali ad alti livelli di radiazioni, riducendo al minimo gli effetti collaterali negativi delle radiazioni sul resto del corpo.

"L'uso della brachiterapia è limitata da diversi fattori", ha detto Liu Wenge, MD, Ph.D., professore associato di ricerca di ingegneria biomedica presso la Duke University di Durham, NC "Il fattore più importante è la necessità di un impianto chirurgico e la rimozione di i semi. abbiamo deciso di sviluppare un approccio alternativo alla brachiterapia che eliminerebbe la necessità di un intervento chirurgico. "




Liu e colleghi hanno generato una sostanza iniettabile, chiamato un polimero, collegata ad una sorgente di radioattività che spontaneamente assemblati in un seme radioattivo dopo l'iniezione in un tumore.

In tutti i topi trapiantati o con una linea umana di cellule della testa e del collo o una linea di cellule di cancro alla prostata umano, iniezione di polimeri radioattivi nei tumori in crescita sostanzialmente in ritardo la crescita del tumore. In oltre il 67 per cento degli animali, i tumori sono stati sradicati da una singola iniezione. Ulteriore analisi ha indicato che le cellule segni esterni del tumore sono stati esposti a notevoli quantità di radiazioni in nessuno degli animali iniettati con i polimeri radioattive.

"Crediamo che questo approccio fornisce una valida alternativa alla brachiterapia esistente, che richiede un complicato intervento chirurgico per impiantare i semi radioattivi", ha detto Liu. "Inoltre, questi semi iniettabili degradano dopo la radiazione è esaurito, in modo che non devono essere rimossi chirurgicamente."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha