Potrebbe cellule staminali a pelo lungo il tasto per il trattamento del cancro del sangue aggressivo?

Marzo 15, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La scoperta offre la possibilità che queste cellule staminali potrebbero in qualche modo essere riattivati, offrendo una nuova forma di trattamento per la condizione, chiamata leucemia mieloide acuta (AML). Il lavoro è stato condotto da scienziati della Queen Mary, Università di Londra, con il sostegno di Londra Research Institute del Cancer Research UK.

Circa 2.500 persone con diagnosi di AML nel Regno Unito ogni anno, giovani e meno giovani. Sebbene AML è curabile in qualche maggioranza muoiono di questa malattia.




Normalmente, il midollo osseo produce le cellule staminali ematopoietiche che maturano in "adulti" cellule del sangue. Nelle persone con leucemia mieloide acuta del midollo osseo è invaso da cellule mieloidi leucemiche che non sono in grado di svilupparsi in cellule normali del sangue funzionamento.

Il risultato è che il corpo non ha abbastanza globuli rossi o cellule piastrine, che può causare sintomi di anemia, come la stanchezza, e aumentare il rischio di sanguinamento eccessivo. I pazienti sono anche più vulnerabili alle infezioni come i globuli bianchi, che combattono i batteri e virus, non sono adeguatamente formate.

Il dottor David Taussig, dalla Barts Cancer Institute della Queen Mary, Università di Londra, che ha guidato la ricerca, ha detto: «La spiegazione ampiamente accettata ha dichiarato che AML provoca insufficienza del midollo osseo mediante deplezione del midollo osseo delle normali cellule staminali ematopoietiche uccidendo o loro spostamento.

"Tuttavia, abbiamo scoperto che i campioni di midollo osseo in entrambi i modelli di topi e nei pazienti con leucemia mieloide acuta contengono lo stesso, o più, di queste cellule staminali normali del solito. Così il cancro non è sbarazzarsi di loro, invece sembra essere disattivandoli in modo che non stanno andando a formare cellule del sangue sane.

"Se siamo in grado di scoprire come le cellule tumorali stanno facendo questo, possiamo guardare a sfruttare a trovare il modo di svegliarsi queste cellule staminali in su. Questo è molto importante in quanto, mentre il tasso di guarigione per i pazienti più giovani possono essere di circa il 40 per cento, nei pazienti più anziani è molto più basso. I trattamenti che abbiamo, come la chemioterapia e trapianto di midollo osseo, solo che non sono molto successo in questo gruppo di pazienti più anziani. "

Gli scienziati hanno studiato i livelli di cellule staminali ematopoietiche (HSC) nel midollo osseo di topi trapiantati con AML umana. Hanno trovato il numero di cellule staminali emopoietiche normali topi rimasto lo stesso, ma che cosa ha fatto il cambiamento è stato che il CSE non stavano attraverso le fasi di sviluppo che alla fine porta alla formazione di nuove cellule del sangue.

I risultati sono stati confermati da analisi di midollo osseo da 16 pazienti con leucemia mieloide acuta.

Professor Peter Johnson, capo medico del Cancer Research UK, ha detto: "Anche se sono stati compiuti importanti progressi nel trattamento di AML nel corso degli anni, c'è ancora un urgente bisogno di trattamenti più efficaci per migliorare la sopravvivenza a lungo termine di questo studio ci porta un importante passo avanti. nella nostra comprensione di quello che sta succedendo nel midollo osseo di persone con leucemia mieloide acuta, una zona che non abbiamo conosciuto abbastanza in precedenza, e la sfida ora è quella di trasformare questa comprensione in nuovi trattamenti per i pazienti. "

Dr Taussig ha aggiunto: "Di solito, quando il corpo è sottolineato, le cellule staminali diventano molto attivo, ad esempio, se si dispone di una emorragia, salteranno in azione per produrre più nuove cellule del sangue Le cellule tumorali sono in qualche modo over-riding questo e.. la nostra prossima fase di lavoro si concentrerà su come stanno facendo questo. "

I risultati sono pubblicati oggi sulla rivista Proceedings della della National Academy of Sciences (PNAS).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha